What’s New in Italy
Milleproroghe per l’agricoltura: approvato dal CdM

Milleproroghe per l’agricoltura: approvato dal CdM

La ministra Teresa Bellanova spiega: "Si tratta di provvedimenti strategici e necessari, fortemente attesi dal mondo agricolo e dalle filiere"

Subito prima di Natale il Consiglio dei ministri ha approvato le misure del ministero delle Politiche agricole, inserite nel decreto Milleproroghe, e che riguardano il settore dell’agricoltura.

Si parte con la proroga fino al 31 dicembre 2021 dei contratti a tempo determinato Eipli per assicurare la continuità delle attività riguardanti impianti e infrastrutture dell’Ente irriguo; proroga fino al 31 dicembre 2021 delle sospensioni delle procedure per il recupero degli aiuti di Stato concessi a zuccherifici, per tutelare le aziende del settore; proroga fino al 31 dicembre 2021 del termine per l’accreditamento degli organismi autorizzati a svolgere funzioni di controllo e certificazione dei vini Dop e Igp.

Proroga dell’esonero da obblighi di presentazione della documentazione antimafia per aiuti di Stato con importi inferiori a 25 mila euro; sospensione del termine di pagamento dei versamenti contributivi dei lavoratori autonomi beneficiari dell’esonero contributivo di novembre e dicembre 2020, fino alla comunicazione dell’esito dell’istanza da parte dell’Inps.

“Si tratta di provvedimenti strategici e necessari, fortemente attesi dal mondo agricolo e dalle filiere, finalizzati a far fronte a una serie di problematicità dovute all’emergenza da Covid-19, e volte ad assicurare continuità all’attività delle aziende, salvaguardare l’operatività delle infrastrutture idrauliche, semplificare la burocrazia e dare il sostegno necessario a quanti in questo difficile anno si sono trovati in una situazione di difficoltà”, sottolinea la ministra delle Politiche agricole, alimentari, e forestali Teresa Bellanova.

“Anche con il Milleproroghe siamo impegnati a dare un ruolo centrale – conclude Bellanova – alla filiera agricola e dell’agroalimentare. Continuiamo a lavorare con la massima attenzione per sostenere la nostra agricoltura, la filiera della vita, uscire al più presto da questa fase e preparare il rilancio dell’intero settore”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *