What’s New in Italy
Spesa per il cibo: 30 miliardi in meno nel 2020

Spesa per il cibo: 30 miliardi in meno nel 2020

Siamo al -12 per cento rispetto al 2019. Perdite dovute ai mancati acquisti da parte della ristorazione, mentre nel carrello delle famiglie entra il 7% in più di spesa

Spesa alimentare inferiore di 30 miliardi per il covid, con un calo del 12 per cento rispetto al 2019. Il dato arriva dal report ‘Covid, la sfida del cibo’, realizzato da Coldiretti/Fondazione Divulga.

Nel carrello, per il maggior tempo passato ai fornelli, c’è stato un aumento del 7 per cento, che però non è sufficiente per colmare il volume d’affari della ristorazione, crollato del 48 per cento. La filiera agroalimentare, a fine anno, chiuderà con più di 9,6 miliardi di perdita solo per i mancati acquisti da parte della ristorazione.

Bisogna poi aggiungere la crisi del settore florovivaistico, che paga un conto salatissimo di oltre 1,5 miliardi di euro, e degli agriturismi, in calo del 65 per cento nel fatturato annuale. Ricorda Coldiretti che la filiera agroalimentare, con 538 miliardi in valore, è la prima ricchezza del nostro Paese.

“In questi giorni di festa chiediamo agli italiani di sostenere il consumo di prodotti alimentari Made in Italy, per aiutare l’economia, il lavoro e il territorio”, ha affermato il presidente della Coldiretti Ettore Prandini, nell’apprezzare l’impegno di quanti stanno aderendo alla campagna della Coldiretti #mangiaitaliano.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *