What’s New in Italy
Bellanova: “Bene prime 10 Dop italiane, sviluppare le altre”

Bellanova: “Bene prime 10 Dop italiane, sviluppare le altre”

La ministra ha parlato di esportazioni alla presentazione del XVIII Rapporto Ismea - Qualivita: "Lavoreremo insieme sul Patto per l'export"

“Per le nostre prime dieci Dop registriamo un tasso di esportazioni importanti, ma dobbiamo poter ampliare questo elenco, rafforzare le altre produzioni di qualità riconosciuta. Significa utilizzare al meglio le risorse disponibili per presidiare i mercati, aprire nuove strade, interpretare il tempo nuovo che la pandemia ci costringe a vivere”. Lo ha fatto sapere la ministra delle Politiche agricole, alimentari e forestali Teresa Bellanova durante la presentazione in streaming del XVIII Rapporto Ismea – Qualivita.

“Lavoreremo insieme – ha detto la ministra Bellanova – sul Patto per l’export, dove abbiamo fortemente voluto che ci fosse un chiaro ed esplicito riferimento al sistema delle denominazioni. E dove abbiamo preteso che ci fossero impegni chiari contro l’Italian sounding. Perché sappiamo molto bene come vittima di imitazione e di furto di identità all’estero sono proprio le nostre eccellenze e una delle migliori risposte è la nostra presenza sul mercato. Dobbiamo ripartire, come dite giustamente, dall’origine. E dobbiamo saperla difendere”.

La ministra ha ricordato come il Rapporto ci restituisca una fotografia dettagliata del mondo delle denominazioni. “Un patrimonio rilevante del nostro Paese, teso a valorizzare territori ed imprese impegnate in un continuo processo di qualità produttiva, sostenibilità ambientale, salvaguardia del paesaggio, incremento dell’occupazione, sviluppo economico. Tutte parole chiave che rientrano nelle nuove direttive di rivisitazione e sviluppo della politica agricola comune. E soprattutto un patrimonio che non smette di rafforzarsi, segno evidente della sua fortissima capacità di catalizzare nuove comunità territoriali e produttive in modo virtuoso”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *