What’s New in Italy
Natale in lockdown: si perdono 5 miliardi di euro

Natale in lockdown: si perdono 5 miliardi di euro

Senza pranzi e cenoni anche per fine anno, secondo l'indagine Coldiretti/Ixé, ci sarà il colpo di grazia a un settore - quello agroalimentare - già in grande difficoltà

Natale e Capodanno senza pranzi e cenoni? Se così sarà, si perderanno i 5 miliardi di euro che erano stati spesi per le festività dell’anno passato. L’emergenza covid potrebbe imporre rinunce salate agli italiani, sia per quanto riguarda i ritrovi familiari sia per le riunioni fuori casa, nei ristoranti e nei locali. Il dato arriva dall’analisi Coldiretti/Ixé sul prossimo Natale.

A pesare non sono soltanto i lockdown, ma anche e soprattutto i divieti alle feste private e ai tradizionali veglioni. E poi i limiti agli spostamenti, il coprifuoco e l’invito a non ricevere in casa persone non conviventi. L’anno scorso, la tavolata media per gli appuntamenti di fine anno era composta da nove persone. Ci sono poi preoccupazione e timore per il limite a sagre, feste paesane e mercatini natalizi, momenti importanti per l’acquisto di regali enogastronomici. Infine, come non ricordare la probabile assenza totale di turisti stranieri, a partire dalla Germania che ha già messo l’Italia nella black list dei Paesi più pericolosi?

I consumi alimentari italiani già oggi segnano il passo, con un meno 12 per cento nel 2020, una perdita di 30 miliardi di euro: quello di Natale e fine anno rischia di essere il colpo di grazia. A pesare anche lo smart working, che riduce le pause pranzo fuori casa.

questa“Una situazione che – continua la Coldiretti – sta rivoluzionando anche gli equilibri all’interno delle filiere produttive che pesa sulla vendita di molti prodotti agroalimentari, dal vino alla birra, dalla carne al pesce, dalla frutta alla verdura ma anche su salumi e formaggi di alta qualità che – sottolinea la Coldiretti – trovano nel consumo fuori casa un importante mercato di sbocco”.

Da quando è iniziata la pandemia, in Italia il 57 per cento delle 740 aziende agricole nazionali ha fatto segnare una diminuzione dell’attività.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *