What’s New in Italy
Olio: crolla la produzione in Italia (-36%)

Olio: crolla la produzione in Italia (-36%)

Fanno male in particolare le regioni del Mezzogiorno (-51 per cento in Puglia), mentre chiudono in salita quelle del Centro e del Nord Italia (Lombardia +1.727 per cento)

L’olio extravergine di oliva, nel 2020, ha visto crollare la produzione del 36 per cento. Si è però mantenuta costante la qualità del prodotto su tutto il territorio. Il dato arriva dall’indagine di Cia – Agricoltori, Italia Olivicola e Aifo (Associazione italiana frantoiani oleari), che stima una produzione di poco più di 235 mila tonnellate contro le 366 tonnellate dell’anno passato.

Il risultato è trainato in giù dalle pessime produzioni raggiunte nel Sud Italia, con un calo addirittura del 51 per cento in Puglia, soggetta a una stagione di scarica. In Salento, poi, la Xylella ha flagellato le piante di olivo, con un calo del 50 per cento nella produzione. Nonostante queste difficoltà, la regione resta la principale produttrice in Italia, con 101 mila tonnellate, il 44 per cento della produzione totale del nostro Paese.

A seguire troviamo la Sicilia (-17 per cento), che ha fatto scendere di una posizione la Calabria (-45 per cento). In negativo pure la Campania (-12 per cento), la Basilicata (-20 per cento), il Molise (-20 per cento), la Sardegna (-26 per cento) e l’Abruzzo (-33 per cento). In positivo invece le regioni del Centro e del Nord Italia. Stabile il Lazio (+6 per cento), su la Toscana (+24 per cento), l’Umbria (+40 per cento), le Marche (+48 per cento), l’Emilia Romagna (+52 per cento). Al promo posto, per incremento produttivo ma con piccoli quantitativi, si piazza la Lombardia (+1.727 per cento), che passa da 123 a 2.248 tonnellate stimate per questa stagione. Benissimo pure Liguria (+145 per cento), Trentino Alto Adige (+265 per cento), Friuli Venezia Giulia (+770 per cento) e Veneto (+995 per cento).

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *