What’s New in Italy
Pollo arrosto day: boom di consumi in Italia

Pollo arrosto day: boom di consumi in Italia

Spinto dall'emergenza coronavirus, questo cibo nel primo semestre del 2020 ha raggiunto il +12 per cento. E' la carne più consumata dagli italiani

Il 2 ottobre si è festeggiato il pollo arrosto day e la Coldiretti ha reso noti alcuni dati interessanti sul consumo di questo alimento, che ha toccato il record dei consumi spinto dall’emergenza coronavirus. Nelle prime settimane di marzo siamo arrivati al +20%, il primo semestre del 2020 ha fatto registrare +12%. Gli italiani amano la carne avicola, che è la più consumata, e possono contare su una produzione totalmente nostrana.

Sulle tavole dei nostro connazionali sono presenti 20 chili di pollo a testa ogni anno. Il 35% della spesa totale prevede proprio l’acquisto di questo carne, seguita da quella bovina (33%) e di maiale (20%). Attenzione però perché la media Ue di consumo è superiore (25 chili) a quella italiana. Negli States e in Canada si arriva addirittura a 47,4 chili, in America Latina a 32,3 chili pro capite.

L’Italia ha 6.300 allevamenti professionali che danno lavoro a 64 mila persone per una produzione complessiva di 1,3 tonnellate. Carne italiana, dunque, che piace agli italiani che nell’82 per cento dei casi nel carrello della spesa vogliono prodotti Made in Italy, secondo l’inchiesta Coldiretti/Ixè. Una ricerca facilitata dall’obbligo in etichetta del luogo di origine delle carni avicole, che compie 15 anni.

La ricetta del pollo arrosto è poi una delle più contenute, già presente nei libri di Pellegrino Artusi e in particolare ne ‘La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene’. “Le carni di pollo – scriveva Artusi – risulteranno più tenere e di miglior colore se le arrostirete involtate dentro a un foglio la cui parte aderente della carne sia prima stata unta di burro; per evitare che la carta bruci, ungetela spesso all’esterno. A mezza cottura levate il foglio e terminate di cuocere il pollo, il tacchino o altro che sia, salandoli e ungendoli”. Il pollo arrosto è anche un piatto interreligioso, essendo accettato dalle tre religioni monoteiste mondiali. Si mangia praticamente dappertutto: dagli Stati Uniti alla Thailandia, dal Sudamerica alla Francia: con patate, verdure e riso spesso.

“E’ una passione che pare aver contagiato anche i reali d’Inghilterra visto che Meghan Markle avrebbe ricevuto la proposta di matrimonio dal principe Harry durante una cena, mentre era intenta a occuparsi di un succulento pollo arrosto come ha rivelato lei durante un’intervista effettuata alla Bbc”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *