What’s New in Italy
Ritorno dalle vacanze: 49% a casa con un souvenir gastronomico

Ritorno dalle vacanze: 49% a casa con un souvenir gastronomico

Ridotto il budget per le ferie 2020, gli italiani non rinunciano però a portare via dai luoghi di vacanza i prodotti tipici, magari acquistati a chilometro zero

Controesodo all’insegna del souvenir del gusto per i turisti italiani. Il 49 per cento non torna a casa senza una tipicità italiana, nonostante le restrizioni da covid-19 a sagre e feste. Secondo l’indagine di Coldiretti/Ixè, il 73 per cento dei vacanzieri ha già fatto ritorno a casa, anche se non manca chi parte tra fine agosto e settembre.

Gli italiani hanno doverosamente ridotto a 588 euro a persona la spesa per le vacanze, -25 per cento rispetto al 2019: “Nonostante le difficoltà di questa estate, sono 34 milioni gli italiani che hanno deciso di non cancellare le vacanze, almeno per qualche giorno”. Come dire: tutti comunque al mare o in montagna, ma con un budget più risicato. E poi c’è la gratificazione per chi finisce le vacanze: prolungare, tra le mura domestiche, le esperienze enogastronomiche vissute, magari facendole assaggiare ad amici e parenti. Appena il 17 per cento torna a casa a mani vuote. I prodotti tipici battono altre spese considerate superflue.

In prima posizione, tra la specialità, formaggi e poi salumi, vino e olio extravergine d’oliva. Staccano gadget, portachiavi e magliette. “L’acquisto di prodotti tipici come ricordo delle vacanze è una tendenza recente favorita dalle occasioni di valorizzazione dei prodotti locali che si è verificata nei principali luoghi di villeggiatura, con percorsi enogastronomici, città del gusto, aziende e mercati degli agricoltori di Campagna Amica, nonostante le restrizioni imposte dalle misure sul distanziamento sociale”.

In questa estate 2020, il 75 per cento dei turisti ha deciso di visitare malghe, frantoi, cantine, aziende, agriturismi e mercati degli agricoltori andando a botta sicura per l’acquisto di prodotti a chilometro zero, ottimizzando così il rapporto prezzo/qualità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *