What’s New in Italy
Frantoi e malghe: gli italiani in visita per le vacanze

Frantoi e malghe: gli italiani in visita per le vacanze

Il 75 per cento, tre su quattro, sceglie questi luoghi durante la villeggiatura per acquistare il cibo direttamente dai produttori, a chilometro zero

Il 75 per cento degli italiani in vacanza ha scelto di visitare frantoi, malghe, cantine, agriturismi e mercati degli agricoltori. Qui hanno deciso di acquistare prodotti a chilometro zero dai produttori, ottimizzando così il rapporto qualità/prezzo e garantendosi, in aggiunta, una spesa sicura. L’analisi è di Coldiretti /Ixé.

Con la crescita del turismo di prossimità, dunque, si riscoprono i piccoli borghi e i centri minori nelle campagne del nostro Paese, perfetta alternativa – soprattutto in regime di paura da coronavirus – delle mete turistiche più battute e più affollate. Sono questi, clienti, particolarmente importanti alla luce della mancanza praticamente totale del turismo proveniente dall’estero.

Come fa sapere Coldiretti, quest’anno il cibo rappresenta per quasi il 18 per cento degli italiani la motivazione principale della scelta del luogo di villeggiatura, per il 50 per cento (uno su due) uno dei motivi su cui basare la preferenza sulla scelta della meta; appena il 7 per cento fa sapere di non prendere in considerazione il cibo nel momento in cui prenota la sua vacanza.

Il cibo è poi la voce principale del budget totale per la villeggiatura, vale un terzo della spesa. Basti pensare, sempre secondo Coldiretti e Symbola, che dai piccoli borghi particolarmente gettonati quest’anno, nasce il 92 per cento delle produzioni tipiche nazionali.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *