What’s New in Italy
Ciliegie italiane: partita la campagna promozionale

Ciliegie italiane: partita la campagna promozionale

Ma le grandinate degli ultimi giorni hanno pesantemente danneggiato quelle pugliesi: Coldiretti ha chiesto di attivare lo stato di calamità per la regione

È partita la campagna nazionale di promozione e comunicazione istituzionale per le ciliegie italiane, frutto del mese di giugno. L’obiettivo è farne conoscere stagionalità, qualità e origine. La campagna è stata realizzata dall’Organizzazione interprofessionale ortofrutta Italia, ma vede la partecipazione di tutta la filiera commerciale e produttiva del frutto.

Durante il mese di giugno, saranno migliaia i punti vendita che esporranno locandine e poster per ricordare ai consumatori le caratteristiche e gli aspetti legati alla salute della ciliegia. Un frutto che non solo fa bene, ma è soprattutto buono, dolce e succoso. Può essere consumato come snack, a metà mattina, o come merenda pomeridiana, ma è anche ottimo per concludere un pasto. Fa venire voglia di ritornare all’aperto e di godersi di nuovo il mondo dopo il lockdown dovuto al coronavirus.

Il presidente di Ortofrutta Italia, Nazario Battelli, dice: “La promozione istituzionale delle diverse produzioni ortofrutticole è un’innovazione da far crescere nel nostro Paese, con l’obiettivo di stimolare il consumo di frutta e verdura di stagione, soprattutto per la pubblica utilità della comprovata ricaduta benefica sulla salute dei cittadini che questo comporta”.

Purtroppo, va aggiunta un’informazione che arriva da Coldiretti: le ultime grandinate hanno dato un duro colpo alle ciliegie di Puglia, dove si realizza il 40 per cento del raccolto nazionale. Lungo tutta l’Italia, il maltempo ha fatto perdere un frutto su tre e ha portato, quale conseguenza, anche un rincaro nei prezzi. Coldiretti chiede l’attivazione dello stato di calamità in Puglia dove a essere danneggiate sono anche le ciliegie della varietà Ferrovia, dopo i danni subiti dal 90 per cento delle primizie Bigarreau e Georgia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *