What’s New in Italy
Pasqua a tavola: 1,1 miliardi di spesa

Pasqua a tavola: 1,1 miliardi di spesa

Per il pranzo di domenica 12 aprile ci sarà un calo del 27 per cento nella spesa a causa dell'emergenza sanitaria dovuta al coronavirus

Per imbandire la tavola di Pasqua gli italiani spenderanno 1,1 miliardi di euro in prodotti tipici, vino e ingredienti per le ricette tradizionali. A comunicarlo è Coldiretti in seguito all’analisi fatta da Coldiretti/Ixé. C’è un calo del 27 per cento rispetto ai tempi normali, in cui abbiamo festeggiato senza il coronavirus. A pesare è soprattutto la chiusura di ristoranti, agriturismi e trattorie.

Un aiuto alle famiglie è dato quest’anno dai cuochi contadini, che effettuano consegne a domicilio dei menu tipici della festività pasquale. Gli agriturismi di Campagna Amica Terranostra si impegnano a consegnare il pranzo direttamente nelle case degli italiani, da Nord a Sud. C’è anche la possibilità di offrirlo agli indigenti con la spesa sospesa. Si stima siano ben 3,2 milioni gli italiani che non hanno cibo sufficiente durante le feste.

I cuochi contadini degli agriturismi cucineranno piatti della tradizione locale, dai ravioli del plin in Piemonte al capretto al forno in Lombardia, dall’abbacchio alla romana del Lazio alla coratella di agnello in Umbria e nelle Marche, dal Benedetto in Puglia agli strascinati con cruschi in Basilicata. L’obiettivo di Coldiretti è apparecchiare le tavole degli italiani con prodotti made in Italy, nell’ambito della campagna #Mangiaitaliano. Sul sito www.campagnamica.it si possono vedere le iniziative messe in campo nelle diverse regioni del nostro Paese.

Con la vendita di piante e fiori, si potrà anche avere a casa e nei giardini un po’ di verde che solitamente era lo scenario delle gite fuori porta di Pasquetta. Anche i vivai si stanno organizzando per effettuare consegne a domicilio. La mobilitazione in questo caso ha l’hashtag #balconifioriti. Coldiretti chiede di esporre fiori e piante nei balconi, sui terrazzi e nei giardini.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *