What’s New in Italy
Coronavirus: sistemi di sanificazione Made in Italy richiesti in tutto il mondo

Coronavirus: sistemi di sanificazione Made in Italy richiesti in tutto il mondo

Dall'inizio della crisi Covid-19 è stato già pareggiato il numero di ordini dell'intero 2019, così come il fatturato. Richieste anche da Hong Kong

L’effetto coronavirus sta portando diversi Paesi a chiedere i sistemi di sanificazione made in Italy. Gli ordini hanno già raggiunto il totale del 2019, ossia 1.500 unità, dall’inizio della crisi. Quello che viene richiesto all’Italia è il sistema a plasma freddo, in grado di distruggere virus e altri agenti patogeni quali batteri, muffe e spore, sanificando l’intero ambiente. Le richieste arrivano in particolare da laboratori, case di riposo, fabbriche, aziende e piattaforme di ecommerce.

In totale, nel 2020, siamo a 2.500 unità ordinate. Arrivano, le domande, da Cile, Spagna, Svizzera, Hong Kong ed Ecuador. Il meccanismo che sta alla base del processo di sanificazione si chiama Non thermal plasma (Ntp): distrugge il 99,9 per cento degli agenti patogeni, compresi i virus aerotrasportati, come è scritto in uno studio pubblicato l’anno scorso dai ricercatori dell’università del Michigan. Cosa succede, praticamente? L’Ntp utilizza l’aria come miscela gassosa, trasformandola in un gas ionizzato costituito da particelle caricate elettricamente, elettroni, ioni, atomi e molecole, che si scontrano tra loro producendo effetti ossidanti; la reattività delle particelle provoca quindi l’ossidazione in grado di disaggregare i composti organici volatili, gli odori, i microorganismi e i batteri.

Le richieste di sistemi di sanificazione arrivano, naturalmente, anche dall’Italia stessa, la nazione che al momento – dopo la Cina – è quella che ha visto salire di più i casi di coronavirus.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *