What’s New in Italy
Pesca, pesanti cali per il coronavirus

Pesca, pesanti cali per il coronavirus

Anche se i pescherecci continuano ad andare in mare, a mancare è la domanda, soprattutto da parte di ristorazione e accoglienza turistica

Il coronavirus ferma la pesca. Se infatti l’offerta continua a esserci, a mancare è la domanda. I pescherecci non si sono fermati, andando tutti in mare, gli impianti di acquacoltura sono tutti aperti, ma il mercato è in calo del 40 per cento e più. Pesano, in particolare, la mancanza di richiesta dalla ristorazione e dall’accoglienza turistica. Se gli italiani non mangiano fuori casa, chiaro che una fetta importante della domanda viene a mancare; per i pranzi e le cene domestiche si punta infatti su prodotti a lunga scadenza. Sono, questi, dati che provengono da Federagripesca-Confcooperative.

Nel Lazio, ad Anzio, così come a Fiumicino e a Civitavecchia, aumentato le barche che restano in porto. Ad Anzio, per la precisione, non ne è uscita nessuna. In Emilia Romagna, per la pesca delle vongole veraci, il 70 per cento destinato alla ristorazione, si registra un calo di più del 30 per cento delle richieste. Manca la domanda dei ristoratori, soprattutto lombardi e veneti. In Veneto, fino a qualche giorno fa, il problema era soprattutto l’export. Pesce azzurro, lupini e vongole veraci, che bene vendono all’estero, facevano registrare un calo del 20 per cento, anche per colpa della concorrenza sleale che arriva da altri produttori del Vecchio Continente. La situazione è mutata nelle ultime ore, però: i frigoriferi dei pescatori sono pieni di pesce invenduto, molte barche di Chioggia non sono neanche uscite in mare per evitare di sprecare gasolio.

In Campania, la contrazione era bassa, -10 per cento, ma adesso siamo al picco con perdite del 70 – 80 per cento. In Liguria, nella gdo, calo del 40-50 per cento. Pesa la minor domanda di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna. I mitilicoltori sono fermi dalla Puglia fino al medio Adriatico per assenza di richieste. In alcune marinerie si chiede di anticipare il fermo pesca vista la situazione surreale.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *