What’s New in Italy
Agricoltura: 210 mila le donne imprenditrici in Italia

Agricoltura: 210 mila le donne imprenditrici in Italia

Parliamo del 28 per cento del totale. Hanno portato in azienda innovazione, educazione alimentare e ambientale nelle scuole, agriasili e agritate

Sono quasi 210 mila le imprenditrici di aziende agricole in Italia, il 28 per cento del totale. La presenza di donne ha rivoluzionato l’attività agricola, con l’impulso dato all’educazione alimentare e ambientale nelle scuole, le agritate, gli agriasili, le fattorie didattiche, i percorsi rurali di pet therapy, gli orti didattici, l’agricoltura di precisione e a basso impatto ambientale, il recupero di piante e animali in via d’estinzione. Senza dimenticare la presenza femminile nei mercati di vendita diretta di Campagna Amica e negli agriturismi.

Le donne, nel loro ruolo di imprenditrici agricole, hanno saputo unire la sfida con il mercato al rispetto dell’ambiente, alla tutela della qualità della vita, all’attenzione al sociale, alla valorizzazione dei prodotti tipici locali e della biodiversità.

Altro dato rilevante, oltre alla presenza di donne a capo di imprese agricole, è il numero di giovani: il 10 per cento delle aziende rosa è infatti nelle mano di una under 35. Molte delle quali abbinano il loro lavoro allo studio, utilizzando magari lo smartphone per controllare gli animali nelle stalle o gestendo online acquisti e prenotazioni in agriturismo. Usando, insomma, la tecnologia.

Floriana Fanizza, a capo delle Donne imprenditrici di Coldiretti, spiega: “Oggi l’agricoltura è donna grazie alle grandi opportunità offerte dall’agricoltura sociale, dall’agriturismo e dalla vendita diretta con l’aumento del numero di donne ai vertici di aziende multifunzionali. Riuscire a coniugare in forma responsabile attività produttiva e servizi alla persona, visione imprenditoriale e progetti di filiera, ragioni private e bene comune è il progetto ambizioso che Coldiretti sta contribuendo a realizzare, mettendo a sistema le esperienze delle imprenditrici agricole sul territorio italiano”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *