What’s New in Italy
Vinitaly rinviato a giugno

Vinitaly rinviato a giugno

Ci sono già le nuove date dell'evento fieristico di Verona: dal 14 al 17 giugno 2020. Il presidente: "Segno di fiducia aver già fissato il nuovo calendario"

È È ufficialmente rinviato anche il Vinitaly a causa dell’emergenza sanitaria internazionale dovuta al coronavirus. A comunicarlo è stato l’ente Veronafiere, organizzatore dell’evento. Rinviati anche Enolitech e Sol&Agrifood, al 14 – 17 giugno 2020. “In considerazione della rapida evoluzione della situazione internazionale che genera evidenti difficoltà a tutte le attività fieristiche a livello continentale” ha spiegato Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere.

La data di giugno “rappresenta il periodo migliore per assicurare a espositori e visitatori il più elevato standard qualitativo del business. Vinitaly, insieme a OperaWine, si svolgerà quindi in un contesto temporale in cui grande eccellenze del made in Italy, quali Cosmoprof e Salone del mobile, per esempio, avranno il compito di rilanciare con forza l’attenzione dei mercati internazionali e l’immagine dell’Italia”.

La decisione è stata presa dopo “un’attenta analisi dei dati disponibili, oltre che dell’ascolto delle posizioni degli stakeholder del mercato, incluse le principali associazioni di settore: Unione Italia Vini, Assoenologi, Federvini, Federdoc, Federazione vignaioli indipendenti, Alleanza delle Cooperative settore vitivinicolo”.

Maurizio Danese, presidente di Veronafiere, sgombra il campo da possibili accuse di ‘sconfitta’: “E’ una presa di responsabilità e un segnale di fiducia. Stabilendo già un nuovo inizio e una nuova data si vuole dare un forte segnale che il made in Italy scommette su una pronta ripresa economica nei settori chiave del nostro sistema-Paese. Auspichiamo quindi che il nuovo calendario fieristico nazionale possa generare una rinnovata fiducia ed essere strumento con cui capitalizzare la ripartenza del nostro Paese”.

Ricordiamo che inizialmente Vinitaly si sarebbe dovuto svolgere dal 19 al 22 aprile. Le aziende che si erano organizzate di conseguenza verranno assistite da una vera e propria task force che aiuterà i clienti nella riorganizzazione delle manifestazioni e nel supporto logistico per buyer e operatori qualificati. Confcommercio Verona e Cooperative Albergatori veronesi hanno espresso massima disponibilità per favorire lo spostamento delle prenotazioni.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *