What’s New in Italy
Maserati: si rafforza il made in Italy

Maserati: si rafforza il made in Italy

Modena, Mirafiori e Cassino i tre punti nevralgici del Tridente che nel 2021 produrrà le prime vetture a propulsione 100% elettrica

Maserati rafforza l’impegno sul made in Italy. La casa di Modena ha presentato piani di sviluppo e produzione elettrificata della gamma. La prima a essere prodotta con propulsione ibrida è il nuovo modello di Maserati Ghibli. Nel corso del 2021, poi, sarà la volta delle nuove Maserati GranTurismo e GranCabrio, le prime vetture del Tridente con soluzioni elettriche 100 per cento.

Sarà il polo di Mirafiori a produrle, con un investimento di 800 milioni di euro. Sempre Mirafiori, nel corso del 2020, rafforzerà la sua posizione come polo mondiale dell’elettrificazione e della mobilità del futuro. Resta comunque Modena il cuore pulsante di Maserati. Nel quartier generale si sviluppano e si sperimentano le vetture in gamma e si produce la nuova super sportiva. Nello stabilimento emiliano, sono in corso aggiornamenti sulla linea di produzione per ospitare anche la versione elettrica della super sportiva. E intanto è iniziata la costruzione di una linea di verniciatura, che mancava finora.

Made in Italy significa anche un nuovo utility vehicle a Cassino, nel Lazio, destinato ad avere un ruolo di primo piano per Maserati grazie a tecnologie di ultima generazione. Un investimento di altri 800 milioni di euro per la costruzione della nuova linea di produzione, destinata a iniziare fin da questo primo trimestre del 2020. Per il 2021 è prevista l’uscita della linea delle prime auto pre-serie.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *