What’s New in Italy
Dazi Usa: nessun prodotto Made in Italy nella nuova lista

Dazi Usa: nessun prodotto Made in Italy nella nuova lista

Si salvano, almeno per ora, pecorino romano, prosciutto, Prosecco, olio d'oliva e mozzarella di bufala campana. Gli americani hanno fatto la nuova black list

Non ci sono nuovi prodotti italiani nella rete dei dazi Usa di Donald Trump. Gli Stati Uniti hanno revisionato la lista fatta a ottobre, immediatamente dopo la sentenza del Wto sul caso Airbus. Non vengono toccati interessi Made in Italy nella nuova lista stilata, è stata dunque scongiurata la messa al bando di ulteriori prodotti che potessero andare a estendere la ‘crisi’ in altri settori del nostro export verso gli States.

Ricordiamo brevemente la questione Wto – Usa. L’Organizzazione mondiale del commercio aveva concesso agli americani di imporre nuove tariffe pari a 7,5 miliardi di dollari nei confronti dell’Unione europea. Conseguenza degli aiuti illegittimi forniti dall’Ue ad Airbus, che a inizio 2019 aveva superato nella produzione i concorrenti a stelle e strisce di Boeing.

A ottobre, nella prima black list, erano finiti prodotti italiani come liquori, salumi e alcuni formaggi, su cui è stato applicato un dazio del 25 per cento. Si erano salvati Prosecco, pecorino romano, olio d’oliva, prosciutto e mozzarella di bufala campana. Ma c’era il rischio che alcuni di questi prodotti alimentari potessero venire inseriti nella seconda black list. Così non è stato. C’era la possibilità che venissero applicati dazi pari al 100 per cento. Il lavoro svolto a livello istituzionale dal nostro Paese, nei confronti dei politici americani, ha dato i suoi frutti.

Nei prossimi mesi potrebbero esserci altri modifiche, l’Italia dunque può tirare un sospiro di sollievo solo temporaneamente, Ma intanto, ci si gode questa notizia arrivata da oltreoceano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *