What’s New in Italy
Coronavirus: 300 milioni per l’export italiano

Coronavirus: 300 milioni per l’export italiano

Lo stanziamento servirà alle imprese, danneggiate dalla chisura dei confini con la Cina, e che vedono il proprio fatturato ridursi drasticamente

Il governo italiano stanzierà 300 milioni di euro per sostenere le imprese danneggiate dall’epidemia di coronavirus. Soldi che serviranno per l’export nostrano, in modo da evitarne il rallentamento causato dalle restrizioni dovute alla pandemia. La chiusura dei confini tra Italia e Cina significa infatti diminuzione del fatturato per numerose aziende italiane.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio, parlando al Sole 24 Ore, ha detto: “Le nostre esportazioni di merci e servizi rappresentano una priorità nella politica economica estera del governo italiano dal momento che costituiscono la componente più dinamica della ricchezza nazionale, il 32% del Pil deriva infatti dalle esportazioni. Chiaro che le nostre imprese dovranno superare molte difficoltà e vincere sfide in complessi scenari anche alla luce dell’emergenza coronavirus. Per questo, per il 2020, abbiamo messo a disposizione 300 milioni che, attraverso l’agenzia Ice, potranno andare a finanziare il sostegno del made in Italy”.

Non cambia, invece, la politica sui voli decisa dal Governo. E questo nonostante la Cina abbia chiesto all’Italia di non adottare misure eccessive. Di Maio ha assicurato che l’interruzione dei collegamenti rimarrà fino a che non cesserà l’emergenza virus: “Il ministro della Salute ha agito sulla base non di valutazioni politiche, ma di valutazioni tecniche e scientifiche”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *