What’s New in Italy
Anti spreco: 37% italiani usa la doggy bag

Anti spreco: 37% italiani usa la doggy bag

Ogni famiglia butta ancora nella spazzatura cibo per 4,91 euro a settimana, per un totale di 6,5 miliardi: lo dice Coldiretti/Ixè

Il 37 per cento degli italiani esce dal ristorante con gli avanzi della cena o del pranzo nella doggy bag. Un ottimo modo per evitare che il cibo avanzato venga buttato via. Il dato emerge da Coldiretti/Ixè, che ha effettuato un’indagine sugli sprechi alimentari degli italiani. Il 5 febbraio è stata la Giornata nazionale contro lo spreco alimentare.

Il 18 per cento solo raramente porta a casa gli avanzi, il 14 per cento ritiene sia maleducato, da poveracci o volgare e si vergogna dunque a chiedere la doggy bag. Infine, il 21 per cento degli italiani non lascia alcun avanzo quando va a mangiare fuori e il resto non chiedere gli avanzi perché non sa che farsene. Negli Stati Uniti, contrariamente al nostro Paese, portarsi a casa il cibo nelle doggy bag è prassi consolidata. Lo fanno anche i vip.

In Italia, sono i ristoranti stessi che in maniera riservata chiedono spesso al cliente se intenda portare a casa qualcosa del cibo o dei vini non finiti e per questo motivo si attrezzano con vaschette o confezioni. Molte delle porzioni avanzate possono essere facilmente consumate a casa semplicemente riscaldandole, oppure essere utilizzate come base per altre ricette. In Italia, c’è una legge, la 166/16, che riguarda proprio gli sprechi alimentari e incoraggia l’utilizzo, da parte degli operatori nel settore della ristorazione, di contenitori riutilizzabili idonei a consentire ai clienti l’asporto degli avanzi di cibo.

Purtroppo, ci sono ancora molte resistenze da parte degli italiani, che buttano nella spazzatura cibo per 4,91 euro a settimana a famiglia, per un totale di 6,5 miliardi.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *