What’s New in Italy
Italia: cala l’acquisto di frutta e verdura

Italia: cala l’acquisto di frutta e verdura

Sos salute da parte di Coldiretti sulla base dei dati Cso: 8,5 miliardi di chili nel 2019, il 3 per cento in meno rispetto all'anno precedente

Sos salute, gli italiani acquistano meno frutta e verdura. Nel 2019, siamo passati a 8,5 miliardi di chili, il 3% in meno rispetto al 2018. Il dato arriva da Coldiretti sulla base dei calcoli Cso in occasione del Vitamina Day, organizzato nei mercati di Campagna Amica in occasione del picco stagionale dell’influenza.

Il calo arriva dopo un triennio di aumenti costanti. Il consumo individuale di frutta e verdura è sceso sotto la soglia minima di 400 grammi a persona, da mangiare in più volte al giorno, come raccomandato dall’Organizzazione mondiale della sanità. Più precisamente, abbiamo avuto un -4% nell’acquisto di frutta e un -2% nell’acquisto di ortaggi, nonostante la nuova moda dei centrifugati consumati al bar o a casa. L’allarme è ancora più forte perché sono in particolare bambini e adolescenti a consumare meno, con quantità che sono sotto la metà del fabbisogno giornaliero.

Le mele restano in frutto più consumato, poi ci sono le arance; tra gli ortaggi, sul podio patate, pomodori e insalate/indivie. In controtendenza, c’è stato un aumento nell’acquisto dai contadini o dai produttori direttamente, secondo un’analisi della Fondazione Campagna Amica. “A spingere l’acquisto di frutta e verdura locali la garanzia della stagionalità e della maggiore genuinità e freschezza del prodotto che, non essendo soggetto a lunghi tempi di trasporto, dura di più e, conseguentemente, azzera gli sprechi, rispetto soprattutto a quello proveniente dall’estero, spesso anche di minore qualità. In molti Paesi, dall’Africa al Sudamerica, è permesso l’uso di pesticidi pericolosi per la salute, che sono vietati in Europa, senza dimenticare che le coltivazioni sono realizzate in condizioni di dumping sociale per il basso costo della manodopera”.

Complessivamente, la superficie italiana coltivata a ortofrutta è pari a più di un milione di ettari e vale oltre il 25% della produzione lorda vendibile agricola italiana. Ben 107 prodotti ortofrutticoli Dop/Igp sono riconosciuti dall’Unione Europea: un record.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *