What’s New in Italy
Turismo: cresce ancora nel 2019

Turismo: cresce ancora nel 2019

Report di Enit: nei primi 10 mesi dell'anno scorso più di 360 milioni le notti passate dai turisti internazionali in Italia, +4,4 per cento

Anche il 2019, per l’Italia, è stata una festa dal punto di vista turistico. In particolare per merito degli stranieri. L’Enit ha calcolato che, nei primi dieci mesi dell’anno terminato da poco, sono state oltre 360 milioni le notti trascorse dai turisti internazionali in Italia. Siamo al +4,4%, con una spesa da parte dei visitatori stranieri di più di 40 miliardi (+6%).

La sottosegretaria al Turismo del Mibact, Lortenza Bonaccorsi, ha presentato il report insieme al presidente di Enit, Giorgio Palmucci. “Abbiamo voluto imprimere una nuova centralità al turismo italiano che rappresenta un asset economico primario per il Paese, pari non solo al 13% del Pil, ma anche a 4,2 milioni di occupati in questo settore, dato per cui siamo leader in Europa. In crescita anche i dati sugli arrivi aeroportuali che chiudono i primi undici mesi del 2019 con un +4% di passeggeri totali, che sale al +5,8% su quelli internazionali”.

Palmucci ha aggiunto: “In prima posizione ci sono i turisti di lingua tedesca, provenienti da Germania, Austria e Svizzera, il 25% dei turisti internazionali, ma è salito ancora il numero di chi arriva da Russia, Usa, Canada e Cina. Nel 2020 ci aspettiamo una crescita ancora maggiore di questi ultimi, dato che è l’anno della cultura Italia-Cina e grazie anche all’aumento dei voli tra i nostri Paesi”.

Per il 2020, Enit ha deciso di destinare il 22,7% a iniziative sui nuovi target di lusso. Ma si punta pure sul turismo slow, a cui sarà riservato il 34,8% delle azioni e al turismo active, con il 26,7%. “Sono oltre 40 le fiere previste quest’anno e, tra gli eventi e le celebrazioni in cantiere, ricordo il centenario dell’Enit e gli anniversari di Raffaello, Federico Fellini e Pellegrino Artusi”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *