What’s New in Italy
Giuseppe Panarelli: per il cantante con la stessa voce di Claudio Baglioni (e non solo) si aprono nuovi scenari, e anche le stelle sono favorevoli.

Giuseppe Panarelli: per il cantante con la stessa voce di Claudio Baglioni (e non solo) si aprono nuovi scenari, e anche le stelle sono favorevoli.

Prodotto da Antonio Rubino, il talentuoso cantante pugliese Giuseppe Panarelli avvia nel 2020 nuovi e coinvolgenti progetti musicali, non ultimo il puntare su Sanremo.

Su di lui Antonio Rubino che, da oltre trent’anni di eventi, ne ha incontrati molti, tra i più grandi cantanti di musica leggera, come Giorgia, Barbarossa, Alex Baroni, Enrico Ruggieri, Masini, Gigi D’Alessio, Amie Stewart, Gianni Morandi, Bruno Lauzi, Cristiano Malgioglio e tanti altri, è pronto a scommetterci, tanto da essere sicuro nell’affermare: “Il 2020 sarà l’anno di Giuseppe Panarelli”. Sembra essere d’accordo anche l’astrologa Loredana Galiano che lo ha inserito come personaggio di spicco tra quelli nati sotto il segno del Sagittario: “Avranno grandi energie psicofisiche e vitalità. Giuseppe Panarelli potrà godere di una ottima fama e successo. Insomma, non sarà male il suo 2020, anzi”

Giuseppe Panarelli, tarantino verace, 39 anni appena compiuti, nasce artisticamente nel ‘96 con alcune esibizioni nei vari concorsi canori dove si classifica nei primi posti. Una bella soddisfazione, la sua, che lo porta immediatamente ad essere ricercato per i matrimoni, durante i quali, la sua notorietà è in continua ascesa. La consueta gavetta di un artista con l’obiettivo di essere quell’uno su mille che ce la fa, fino a quando, nel 2008 viene scelto nel musical “Romeo e Giulietta” di Riccardo Cocciante, dove fa la parte di frate Lorenzo. Nel 2010, un suo vecchio agente, intravede la straordinaria somiglianza della sua voce con quella di Claudio Baglioni. Da quel momento lo convince che il suo futuro è quello di cantare le cover di uno dei più amati cantautori italiani.

La popolarità di Giuseppe Panarelli si accresce, tanto da partecipare a vari concerti, insieme a diverse band storiche come quella dei New Trolls, ad esempio, con Vittorio De Scalzi e Nico Di Palo, musicisti storici del celeberrimo gruppo del Concerto Grosso. L’artista tarantino arriva così a scrivere dei brani inediti come ‘Lunedì d’autunno’, ‘Vecchia è la mia città’, E ‘Lunedì d’Autunno’.

I suoi inediti vengono venduti su Amazon e iTunes, varcando addirittura i confini degli States, essendo venduti anche in America, in alcuni digital store. Non se lo sarebbe mai aspettato. Continua, comunque, il suo “tributo a Claudio Baglioni” in tanti concerti pubblici. Intanto viene invitato a vari eventi importanti, tra questi come ospite, davanti all’ex Presidente della Repubblica Umberto Napolitano, in Piazza Colonna a Roma ospite del FIABA DAY evento realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Calcare il palco dell’Ariston. Con Antonio Rubino ci proveremo, magari con un inedito sul quale lavorerò nei primi mesi del prossimo anno.”

La gente che ascolta i suoi concerti ne esce visibilmente contenta ed entusiasta. Giuseppe Panarelli potrà davvero essere la rivelazione del 2020. Piuttosto della vita, il futuro è… adesso.

Tag utilizzati:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *