What’s New in Italy
Regali di Natale: quasi un italiano su tre va sul cesto enogastronomico

Regali di Natale: quasi un italiano su tre va sul cesto enogastronomico

Accanto al classico panettone, ecco formaggi, salumi, vini autoctoni, carne italiana e pasta assolutamente Made in Italy

Cesti natalizi con vini, spumanti o cibo. Quasi il 30 per cento degli italiani ha deciso di regalare questo per Natale. È il risultato dell’analisi effettuata da Coldiretti/Ixé. Per fare i regali da mettere sotto l’Albero, il 52 per cento dei nostri connazionali ha fissato un budget tra i 100 e i 300 euro, il 31 per cento sotto i 100 euro, il 14 per cento tra i 300 e i 1000 euro, il 3 per cento andrà oltre i 1000 euro.

“Si registra quest’anno una spinta verso regali utili che privilegia l’enogastronomia, per l’affermarsi di uno stile di vita attento alla riscoperta della tradizione a tavola, che si esprime con la preparazione fai da te di ricette personali per serate speciali o con omaggi per gli amici che ricordano i sapori e profumi della tradizione del territorio”.

Oltre al classico panettone, dunque, in tanti riceveranno i cesti enogastronomici, composti da formaggi, salumi, conserve del cittadino, paste di grani italiani antichi, carne delle razze nazionali (dalla chianina alla piemontese), vini autoctoni. Cesti gustosi, molto legati ai territori in cui si abita.

Coldiretti ci fa sapere anche che il 70 per cento frequenterà i mercatini di Natale, tra questi un 50 per cento acquisterà qualcosa, prodotti enogastronomici naturalmente. “Una opportunità che unisce il relax con la possibilità di fare acquisti con curiosità e novità per sfuggire alle solite offerte standardizzate. Negli acquisti di bevande e prodotti alimentari si rileva una maggiore diffidenza verso l’online. Le perplessità riguardano soprattutto la sicurezza dell’acquisto, la consegna di un prodotto integro e i rischi per la mancata corrispondenza delle caratteristiche qualitative del prodotto sul video rispetto a quello consegnato”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *