What’s New in Italy
Londra: si è aperta Made in Italy 2.0 2.0

Londra: si è aperta Made in Italy 2.0 2.0

Otto scale up italiane, aziende innovative che hanno già sviluppato il loro modello di business, si presentano a più di 60 fondi d'investimento sperando di ottenere finanziamenti

A Londra, nella prestigiosa cornice di Grosvenor Square, si è aperta Made in Italy 2.0 2.0, manifestazione giunta alla quarta edizione. Istarter, quest’anno, ha selezionato otto scale up italiane (società innovative che hanno già sviluppato il loro business e sono attive sul mercato) da proporre a più di sessanta fondi d’investimento presenti all’evento, il doppio rispetto all’anno scorso.

Ci sono anche i big: Accel, Sweet Capital e Idinvest, pronti a dare fiducia ai giovani talenti italiani. Ma quali sono i progetti selezionati per questo 2019? Andiamo a scoprirlo. InVRsion ci fa vivere l’esperienza e le emozioni dello shopping in negozio stando sul nostro divano. Come fa? Utilizzando la virtual reality. RocketBaby vende su internet prodotti premium per l’infanzia alle mamme digitali.

E ancora: Beaconforce vuole migliorare l’ambiente di lavoro monitorando non solo le prestazioni dei dipendenti, ma anche il loro umore. Treedom dà la possibilità a private o aziende di piantare un albero e seguire in rete la sua crescita. Soul-K è dedicata al cibo. App Quality al testing bug-free di digital content, Entando si occupa di cloud online.

C’è poi Swascan, prima azienda tricolore a occuparsi di sicurezza informatica, rappresentata dall’unica donna al comando nelle otto realtà selezionate, Sara Colnago. L’obiettivo finale della kermesse è aggiudicarsi soldi per potersi espandere a livello globale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *