What’s New in Italy
Con la bici al lavoro? Un bonifico sul conto

Con la bici al lavoro? Un bonifico sul conto

Venticinque centesimi a chilometro nella zona nordovest di Torino: hanno aderito al bando undici Comuni, con un bacino potenziale di 300 mila utenti

Usi la bicicletta per andare al lavoro? A fine mese avrai un bonifico sul conto corrente. Il progetto Bogia prende piede a Torino, dove hanno aderito gli undici Comuni del Patto territoriale. Chi aderisce all’iniziativa, riceve 25 centesimi a chilometro del tragitto tra casa e il luogo di lavoro. È il primo progetto di ‘bike to work’ in Piemonte, con un bacino potenziale di 300 mila utenti che vivono o lavorano a Collegno, Rivoli, Grugliasco, Druento, Venaria, Villarbasse, Rosa, Buttigliera, San Gillio, Alpignano e Pianezza.

Chi partecipa, deve dotarsi di un dispositivo che calcoli la distanza percorsa, insieme a un Gps antifrode. Premio inferiore per chi usa la bicicletta elettrica. Per ogni aderente, è previsto un massimale giornaliero e mensile. Prima di Torino, l’esperimento era stato fatto a Bari e a Mantova. Ora il sindaco di Grugliasco, Roberto Montà, spiega: “Sull’asse tra Rivoli, Grugliasco e Collegno vivono 150mila persone e a queste se ne aggiungono altre 10mila che lavorano nella nostra zona, servita dal treno e dal prolungamento della metropolitana, Le alternative alle due ruote non mancano, insomma: serve un cambio di mentalità, altrimenti i blocchi del traffico non servono a nulla”.

I Comuni aderenti al bando hanno investito 60 mila euro, finanziati dal ministero dell’Ambiente per l’acquisto delle bici pieghevoli abbinati a un mese di mezzi pubblici gratuiti. Altri 15 mila sono stati resi disponibili per promuovere l’uso dell’e-bike. Per il progetto Bogia ci sono in totale poco più di 100 mila euro, ma arriveranno altri soldi se l’iniziativa sarà un successo.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *