What’s New in Italy
Pasta fatta in casa: 6,7 milioni le famiglie italiane

Pasta fatta in casa: 6,7 milioni le famiglie italiane

Coldiretti: "Si registra uno storico ritorno l passato rispetto alle prime fasi di industrializzazione e urbanizzazione dell'Italia"

Sono 6,7 di milioni le famiglie italiane che preparano pasta in casa con matterello o nuove tecnologie. Il dato arriva da un’indagine Coldiretti/Ixé, presentata al Villaggio contadino di Bologna durante il primo Cooking show sovranista, con le ‘sfogline’ al lavoro per svelare i trucchi del mestiere nella preparazione di tagliatelle, lasagne e tortellini.

Coldiretti fa sapere: “Si registra uno storico ritorno al passato rispetto alle prime fasi dell’industrializzazione e urbanizzazione del Paese, quando la conquista della modernità passava anche dall’acquisto della pasta piuttosto che dalla sua realizzazione in casa. Una tendenza confermata dal boom delle pubblicazioni dedicate, dalle chat su internet, dal successo delle trasmissioni tv e dai corsi di cucina anche nei mercati e negli agriturismi di Campagna Amica”.

C’è la riscoperta del valore della genuinità. “Il fatto in casa torna a valere più del prodotto acquistato”. Ecco, quindi, maggiore attenzione alla ricerca delle farine, spesso utilizzando quelle degli antichi grani storici italiani. “Quando non si può fare da soli, negli scaffali si cerca comunque il prodotto che richiama alla genuinità e alla tradizione, come dimostra la nascita e la proliferazione di marchi che garantiscono l’origine italiana del grano impiegato al 100 per cento”.

È anche un’esigenza, considerato che quest’anno sono aumentate di circa nove volte le quantità di grano importato dal Canada nel primo semestre del 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018, per un totale di 387 milioni di chili. “Balzo delle importazioni favorito dalla concorrenza sleale di prodotti che non rispettano le stesse regole di sicurezza alimentare e ambientale vigenti nel nostro Paese, con il grano duro canadese che viene trattato con l’erbicida glifosato in pre raccolta, secondo modalità vietate sul territorio nazionale dove la maturazione avviene grazie al sole”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *