What’s New in Italy
Prandini: “Più frutta italiana nelle bibite”

Prandini: “Più frutta italiana nelle bibite”

Il presidente di Coldiretti aggiunge: "In questo modo sarebbe conveniente piantare alberi nel nostro Paese. Invece i frutteti stanno sparendo"

Più frutta italiana nelle bibite per far essere conveniente piantare alberi nel nostro Paese. E dare un impulso all’economia green del territorio. È la ricetta di Ettore Prandini, presidente di Coldiretti, che boccia invece la tassa sul gasolio elettrico, in quanto unico carburante utilizzabile oggi per i trattori: “Colpirlo non permetterebbe alcun beneficio immediato in termini di utilizzo di energie alternative, ma determinerebbe solo un aumento dei costi e la perdita di competitività al sistema italiano rispetto ai concorrenti degli altri Paesi europei che non hanno lo stesso inutile balzello”.

Come sottolinea il numero uno di Coldiretti: “Si continua a tollerare la presenza, nelle bevande analcoliche, di appena il 12% di frutta, senza neanche l’obbligo di indicarne la provenienza, con un inganno per i consumatori e un danno per i produttori”. Anche per queste ragioni “stiamo assistendo alla progressiva scomparsa dei frutteti in Italia, che svolgono un ruolo determinante nella mitigazione del clima e nell’assorbimento di polveri e gas a effetto serra, mentre sull’ambiente pesa l’impatto negativo di succhi che arrivano dall’estero da spacciare come Made in Italy, dopo lunghi trasporti con mezzi inquinanti”.

Coldiretti è categorica: “Occorre dire basta alle aranciate senza arance e impegnarsi concretamente nell’educazione alimentare, a partire dalle scuole, anche solo con l’aiuto dei nuovi distributori automatici snack che si stanno diffondendo, dove acquistare frutta fresca, disidratata o spremute al 100 per cento italiane”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *