What’s New in Italy
Italiani senza vacanze: il 43,7 per cento rinuncia perché non ha soldi

Italiani senza vacanze: il 43,7 per cento rinuncia perché non ha soldi

Va un po' meglio per in single, che hanno maggiori risorse per permettersi di andare almeno una settimana in villeggiatura al mare o in montagna

Il quaranta per cento degli italiani quest’estate non andrà in vacanza perché non può permetterselo. Lo dice Eurostat. A quanto pare, il problema non riguarda però i single, che hanno mediamente maggiori risorse per una villeggiatura, quanto le famiglie, soprattutto quelle con uno o più figli a carico. A queste è negata anche solo una settimana di relax.

Il dato preciso italiano di chi non può andare in vacanza è pari al 43,7 per cento, uno dei più alti dell’Unione Europea. Che fa segnare una media sensibilmente più bassa, del 28,3 per cento. All’ultimo posto, tra i 28 Paesi membri, c’è la Romania con il 58,9 per cento dei suoi abitanti costretti a rimanere a casa, poi ecco la Croazia (51,3 per cento), Grecia e Cipro (51 per cento) e appunto l’Italia, che è passata dal 43 per cento del 2017 al 43,7 per cento del 2018.

Tra i single, il 48 per cento non ha soldi per partire, mentre in Europa il dato dice 33 per cento. Per le famiglie, in Italia, siamo al 45 per cento contro la media del 28 per cento del Vecchio Continente. Divario ancora più alto per due adulti con due bambini a carico: in Italia, niente mare o montagna per il 37,3 per cento, in Ue siamo solo al 21 per cento. Peggio del nostro Paese fanno Croazia, Cipro, Grecia e Romania. In tutte le categorie esaminate.

Guardando l’altro capo della classifica, in Svezia appena il 9,7 per cento non può permettersi il lusso di una vacanza, quindi ecco il Lussemburgo (10,9 per cento), la Danimarca (12,2 per cento), l’Austria (12,4 per cento), la Finlandia (13,3 per cento), l’Olanda (14,2 per cento) e la Germania (14,5 per cento).

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *