What’s New in Italy
Confcommercio: Sud Italia sempre più lontano dall’Europa

Confcommercio: Sud Italia sempre più lontano dall’Europa

Tasso di occupazione al 48,2 per cento nel Meridione mentre l'obiettivo di Lisbona 2020 è il 67 per cento. Bene invece il Centro e il Nord

Presentato dall’Ufficio Studi di Confcommercio il rapporto ‘Nord Italia verso l’Europa, Sud altrove’. Si legge che, mentre il Centro e il Nord Italia hanno raggiunto in anticipo l’obiettivo di Lisbona 2020, ossia un tasso di occupazione del 67 per cento, nel Meridione eravamo ancora al 48,2 per cento nel 2018, con metà delle persone tra i 24 e i 64 anni non occupate.

Addirittura, al Nordest siamo 25 punti sopra al Mezzogiorno (73 per cento), al Nordovest il tasso di occupazione è del 71,6 per cento, al Centro del 67,8 per cento. La media nazionale è del 63 per cento. Il direttore dell’Ufficio Studi, Mariano Bella, commenta così i dati: “Il divario nelle opportunità di lavoro contribuisce a fare del Sud un luogo di passaggio per chi ha la possibilità di andare altrove”.

Parla chiaro, in questo senso, un altro dato: dal 2015 al 2018, dunque in appena tre giorni, la popolazione del Mezzogiorno è diminuita di più di 222 mila unità. Le previsioni sono nere: nei prossimi venti anni, infatti, l’Italia è destinata a perdere un milione di persone, in base alle dinamiche demografiche registrate dall’Inps. Confcommercio avverte: “Si tratta di un problema sottovalutato per le città e per il commercio”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *