What’s New in Italy
Tariffe a 28 giorni: le offerte dei gestori e l’avviso di Codacons

Tariffe a 28 giorni: le offerte dei gestori e l’avviso di Codacons

"Se accettate una delle offerte promozionali, non avete più diritto al rimborso". La sentenza del Consiglio di Stato è per il 4 luglio

Tariffe a 28 giorni: entriamo nella fase calda. Con gli operatori telefonico che cercano di invogliare gli utenti a non chiedere il rimborso, proponendo un indennizzo. Il 4 luglio ci sarà la decisione sui primi, con sentenza del Consiglio di Stato. E forse è il caso di attendere questa data invece di affrettarsi ad accettare le offerte degli operatori oggi. Perlomeno, questo è il consiglio del Codacons: studiate bene cosa vi propongono gli operatori, al posto dei rimborsi per legge, per capire se ci conviene o meno.

Ricordiamo in breve la vicenda: l’AgCom aveva chiesto agli operatori di rimborsare i giorni sottratti, 2-3 al mese, quindi di spostare l’addebito mensile di una quantità di giorni corrispondente (si arriva a non dover pagare un mese di canone). Gli operatori si sono opposti, rivolgendosi al Tar e al Consiglio di Stato. L’Agcom ha previsto anche che i gestori possano offrire forme di compensazione alternativa ai clienti; se accettano questa formula, rinunciano però al rimborso.

Ecco quali sono le offerte che stanno arrivando agli utenti dagli operatori di rete. Vodafone: 50 giga per un mese sulla Sim dati associata alla rete fissa e cinque voucher. Tim: ai clienti di rete fissa, attivi da prima del 31 marzo 2018 e oggetto di fatturazione a 28 giorni, la possibilità di aderire a una soluzione compensativa; fino al 31 ottobre si può arrivare una promozione gratuita a uno dei seguenti servizi: Tv Vision, Chi è, Extra Voice, Voce Internazionale, Max Speed. Il servizio sarà fruibile gratuitamente per sei mesi dalla data dell’attivazione. Alla scadenza, ci sarà la disattivazione, senza costi aggiuntivi.

Wind Tre: proposte di partner selezionati e soluzioni proposte da Wind Tre come Giga gratuiti o sconti per l’acquisto di telefoni. Fastweb: Wow Space, spazio illimitati su cloud per caricare foto, musica o altri file del cellulare. In realtà, la scadenza dell’offerta è stata aprile di quest’anno, ma fa Fastweb fanno sapere di star cercando altre soluzioni.

Codacons precisa: Queste offerte sono pienamente legali e legittime. Il problema qual è allora? E’ che sono difficilmente quantificabili in termini monetari, e potrebbero non rappresentare un vantaggio per il cliente che, accettandole, rinuncia espressamente a qualsiasi rimborso ulteriore. L’importo minimo stimato di rimborso è pari a 30 euro. “Quando c’è da incassare soldi le compagnie sono velocissime, quando c’è da restituire soldi fanno di tutto per evitare esborsi di denaro, e ricorrono a stratagemmi come queste offerte che per loro sono praticamente a costo zero e non incidono sui bilanci”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *