What’s New in Italy
Turismo: è partita la stagione, 2,7 milioni gli occupati

Turismo: è partita la stagione, 2,7 milioni gli occupati

Sono 612 mila le imprese impegnate in questo 2019. Il turismo dà lavoro al 12,6 per cento del totale degli occupati nel nostro Paese

Sono 2,7 milioni i lavoratori che hanno iniziato ad affrontare la stagione estiva. Le imprese impegnate sono 612 mila. I dati sono stati comunicati da Coldiretti su indicazione di Unioncamere nel week end, quello scorso, che solitamente segna l’inizio della stagione estiva e delle vacanze degli italiani.

Un esercito variegato che va da chi si occupa di alloggio e ristorazione alle agenzie di viaggi, dai tour operator ad altri settori come i trasporti, le attività ricreative e d’intrattenimento. Il turismo dà lavoro al 12,6 per cento del totale degli occupati. Precisa Coldiretti: “Le partenze fuori stagione a giugno sono particolarmente apprezzate da chi ama la tranquillità e vuole stare lontano dalle folle senza rinunciare però a visitare le principali mete turistiche. Se in piena estate è il mare a fare la parte del leone, in questo periodo dell’anno particolarmente apprezzate sono anche le scelte alternative per conoscere un’Italia cosiddetta ‘minore’, dai parchi alla campagna, dalla montagna fino ai piccoli borghi che fanno da traino al turismo enogastronomico, con ben il 92 per cento delle produzioni tipiche nazionali che nasce nei comuni italiani con meno di cinquemila abitanti”.

In questa estate 2019, fa sapere Campagna Amica, vanno moltissimo gli agriturismi, che consentono di vivere in questo periodo i cicli stagionali delle produzioni, dalla raccolta del grano a quella della frutta. Nel 2018, nel complesso, la spesa turistica è stati di 84 miliardi di euro, il 43 per cento destinato ad alloggio e ristorazione. Sono 6,8 milioni gli italiani che hanno deciso di andare in vacanza a giugno, secondo l’indagine Coldiretti/Ixé, con un leggero calo dell’8 per cento rispetto allo scorso anno a causa del maltempo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *