What’s New in Italy
Mercato delle Gaite di Bevagna: l’8 giugno l’antipasto con il Banchetto Medievale

Mercato delle Gaite di Bevagna: l’8 giugno l’antipasto con il Banchetto Medievale

La cittadina umbra celebra quest'anno i 30 anni della sua festa, con un programma ricchissimo dal 20 al 30 giugno. Le quattro Gaite pronte alla battaglia

Torna la Festa delle Gaite di Bevagna, che quest’anno celebra il trentennale. San Giovanni, San Giorgio, Santa Maria e San Pietro sono ormai vere e proprie famiglie in cui ci si ritrova, si lavora duro, si crea, si cresce, si litiga, ci si dispera e si esulta. Ogni tanto qualcuno va via e qualcun altro arriva.

L’idea del Mercato delle Gaite è stata di alcune associazioni di Bevagna; da allora, la vita del borgo è mutata tantissimo. La manifestazione, negli anni, si è struttura acquisendo competenze e raggiungendo traguardi, affinando gli strumenti, inventando storie, ricostruendo ambienti e scene di vita medievale. Come ci trovassimo su grandi set cinematografici, che spesso si rivolgono proprio a Bevagna e ella Gaite per realizzare importanti produzioni sul Medioevo.

Al giorno d’oggi, il Mercato delle Gaite attira turisti e curiosi da tutti Italia: si è trasformato per il territorio in un motore di sviluppo economico. Per i bevanati è prima di tutto una competizione agguerrita. L’edizione 2019 è stata presentata a Palazzo Lepri dal Podestà Claudio Cecconi e dal professor Franco Franceschi, referente scientifico che da anni collabora con le Gaite. Andiamo a dare un’occhiata al programma.

Si comincia con il Banchetto Medievale, che precede l’apertura vera e propria del Mercato, ed è in programma l’8 giugno nella quinta naturale di piazza Silvestri. Idealmente verremo condotti nel refettorio del convento dei domenicani di Mevania, con ‘Nomen Omen. Coena in refectorio fratrum’, organizzato quest’anno dalla Magnifica Gaita San Pietro. Dal 20 al 30 giugno, dieci giornate di manifestazione da leccarsi i baffi. Avremo spettacoli, musica, animazione e naturalmente cene medievali, ad accompagnare le gare delle quattro Gaite.

L’apertura del Mercato, curata dai quattro cerimonieri, sarà evento di primo piano. E prenderà le mosse da un evento della cronaca veneziana del 1268. Sfileranno per le vie di Bevagna arti e mestieri realizzati dalle quattro Gaite nei 30 anni della festa: prodotti e strumenti, carri, animali, tamburi, stendardi, più di 200 figuranti in costume. Bevagna, insomma, è pronta a freme per la festa imminente e spettacolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *