What’s New in Italy
Auto: salta la fusione Fca – Renault

Auto: salta la fusione Fca – Renault

I francesi alzano il tiro sulle condizioni dopo il pressing del governo e di Macron, il gruppo italo-americano abbandona l'operazione

Questo matrimonio non s’ha da fare. Fca ha ritirato la proposta di fusione con Renault “perché in Francia non ci sono condizioni politiche di sicurezza”. In pratica, il presidente della Repubblica transalpina, Emmanuel Macron, si è messo di traverso. Fiat Chrysler ha deciso di rinunciare dopo che il board del gruppo Renault aveva chiesto un nuovo rinvio, proprio su richiesta di Parigi. La notizia ha fatto crollare il titolo del gruppo italo-americano, sia a Wall Street sia a Milano.

Fca ha emesso una nota: “Fca continua a essere fermamente convinta della stringente logica evolutiva di una proposta che ha ricevuto ampio apprezzamento sin dal momento in cui è stata formulata e la cui struttura e condizioni erano attentamente bilanciati al fine di assicurare sostanziali benefici a tutte le parti. E’ tuttavia divenuto chiaro che non vi sono attualmente in Francia le condizioni politiche perché una simile fusione proceda con successo. Fca continuerà a perseguire i propri obiettivi implementando la propria strategia indipendente”.

Da parte sua, Renault poco prima aveva fatto sapere: “Il Cda non è stato in grado di prendere una decisione a causa dell’auspicio espresso dai rappresentanti dello Stato francese di rinviare il voto ad un consiglio ulteriore”. Il governo francese ha una quota del 15 per cento in Renault, inizialmente aveva espresso parare favorevole alla fusione, chiedendo però una serie di condizioni per dare il semaforo verde all’imponente operazione. La Francia chiedeva in particolare garanzie su governance, sede della newco, futuro degli stabilimenti francesi e dei suoi lavoratori, anche perché pressata dal sindacato Cgt, contrario alla fusione. Due rappresentanti della Nissan, facenti parte del Consiglio d’Amministrazione di Renault, secondo il Wall Street Journal, avevano ritirato il loro appoggio all’operazione, alimentando dubbi sull’impegno di Nissan a proseguire l’alleanza con Renault qualora l’operazione fosse andata in porto.

Fonti vicine a Fca spiegano che “le discussioni con la Renault si sono interrotte a causa di una posizione improvvisa e incomprensibile di Bercy. Tutte le condizioni sono state soddisfatte per ottenere un voto positivo” dal CdA di Renault, ma “le ulteriori condizioni poste dal Governo francese” hanno poi fatto fallire la fusione.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *