What’s New in Italy
Turismo: Trentino Alto Adige regione più ospitale

Turismo: Trentino Alto Adige regione più ospitale

L'Italia piace in particolare a statunitensi, canadesi e austriaci, mentre sono piuttosto critici su accoglienza e alloggi spagnoli, portoghesi e argentini

Il Trentino Alto Adige è la regione più ospitale d’Italia per i turisti. E forse questa non è una sorpresa per chi conosce la regione e i suoi abitanti. E’ tutta la penisola, in realtà, a piacere molto a chi arriva da fuori confine, in particolare da Stati Uniti, Canada e Austria. Meno attratti dal Bel Paese spagnoli, portoghesi e argentini.

Lo studio sul trend delle recensioni, realizzato da TripAdvisor, ci fa sapere che dal 2013 a oggi il punteggio medio attribuito agli alloggi italiani è salito, tranne una battuta d’arresto nel 2015, e il 2019 pare confermare questa predisposizione ai miglioramenti dei giudizi.

Come detto, il punteggio più alto lo ottiene il Trentino Alto Adige nel 2018. Sia per quanto riguarda i viaggiatori italiani, sia per quel che riguarda gli stranieri. C’è invece disaccordo sulle altre regioni del nostro Paese. Gli stranieri le mettono così in fila: Trentino Alto Adige, Umbria, Basilicata, Marche e Abruzzo. I nostri connazionali, Trentino Alto Adige a parte, hanno un’altra opinione e fanno salire sul podio Basilicata e Val d’Aosta. Seguite poi da Umbria e Puglia. I turisti americani sono quelli che danno i punteggi più alti a hotel, b&b e pensioni, poi i canadesi, quindi gli austriaci. I meno soddisfatti sono gli spagnoli, i portoghesi e gli argentini.

Dallo studio emerge un altro dato. Agli italiani piacciono i soggiorni extra-europei, con le Maldive al primo posto. Poi ecco gli Emirati Arabi Uniti e la Tanzania. Nel 2018, i viaggiatori del nostro Paese qui hanno trascorso i soggiorni migliori fuori dal Vecchio Continente. Nella top ten non compare nessun Paese europeo. Gli italiani preferiscono evidentemente cambiare continente se non possono o non vogliono restare in Italia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *