What’s New in Italy
Protesta dei pastori: gettati 3 milioni di litri di latte

Protesta dei pastori: gettati 3 milioni di litri di latte

Coldiretti: "Necessità di chiudere un accordo equo con acconto almeno superiore ai costi di produzione e con clausola di garanzia per raggiungere il prezzo di un euro al litro"

Sono tre milioni i litri di latte dati in beneficenza, dati in pasto agli animali o gettati in strada per la protesta dei pastori. La stima è di Coldiretti ed è stata fatta in occasione del Tavolo di filiera convocato sul prezzo del latte per il pecorino dal ministero delle Politiche Agricole.

Coldiretti sottolinea: “E’ chiara la necessità di definire un acconto equo almeno superiore ai costi di produzione e di inserire nell’accordo una clausola che garantisca di raggiungere in tempi certi l’obiettivo di un euro per il prezzo del latte pagato ai pastori da parte degli industriali che potranno vendere allo stato a un prezzo garantito milioni di chili di pecorino romano, grazie alle consistenti misure di sostegno per 50 milioni di euro di Governo e Regione”.

Coldiretti aggiunge che ci sono state importanti aperture da parte delle catene distributive “a riconoscere agli industriali un valore, all’acquisto del pecorino, in grado di assicurare agli allevatori il prezzo di 1 euro al litro e anche di realizzare campagne promozionali”. Le dimissioni del presidente del Consorzio di Tutela Salvatore Palitta, dice ancora Coldiretti, “agevolano il cambiamento nell’attuale gestione del Consorzio del Pecorino, che va quindi completamente ripensate con l’ingresso nell’amministrazione dei pastori, ai quali vanno assegnate le quote di produzione”. Importante, poi, nominare un prefetto che verifichi errori e violazioni, nonché la legalità delle operazioni di ritiro del pecorino da destinare agli indigenti con le risorse pubbliche.

Ettore Prandini, presidente di Coldiretti, spiega: “Lavoriamo per chiudere la trattativa e ridare serenità alle famiglie e alle aziende. In gioco ci sono 12 mila allevamenti della Sardegna, dove pascolano 2,6 milioni di pecore, il 40% di quelle allevate in Italia, che producono circa tre milioni di quintali di latte, destinato per il 60 per cento alla produzione di pecorino romano Dop”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *