What’s New in Italy
Veneto: assunzioni in leasing per aggirare il Decreto Dignità

Veneto: assunzioni in leasing per aggirare il Decreto Dignità

Sindacati spiazzati dagli escamotage architettati dalle imprese. I numeri di Veneto Lavoro (+30.700 di contratti a tempo indeterminato) sono dunque 'drogati'

C’è un caso, in Veneto, che ha spiazzato persino i sindacati. I lavoratori assunti in leasing dalle aziende per aggirare il Decreto Dignità. Nessuno lo aveva previsto. Così, nei numeri dei contratti a tempo indeterminato di Veneto Lavoro (+30.700 l’anno scorso), bisogna fare i conti proprio con questo escamotage da parte dei datori di lavoro. Si tratta di nuovi dipendenti delle aziende interinali, destinati alla ricollocazione in ‘staff leasing’ in aziende nelle quali erano già stati con contratti a termine.

In questo modo, l’imprenditore aggira il tetto dei 24 mesi, sfruttando le società di somministrazione. Che sono costretta ad assumere per soddisfare i clienti, rischiando poi di trovarsi in organico forza lavoro inutile qualora la crisi dovesse far crollare la richiesta di manodopera. Christian Ferrari, segretario generale della Cgil Veneto, dice: “Si tratta di una pratica opportunistica che deresponsabilizza l’azienda, l’escamotage per chi si ostina a non assumere”. C’è anche disparità di diritti in questo modo: “Gli interinali possono partecipare alle assemblee, ma non hanno diritto di voto”. Si diventa colleghi, insomma, ma solo fino a un certo punto.

Emiliano Galati, segretario generale regionale della Felca (categoria dei lavori atipici della Cisl), dice: “I dipendenti delle agenzie interinali, non a caso aumentati in modo vistoso nell’ultimo trimestre, hanno un nuovo contratto di lavoro che prevede, tra l’altro, anche i versamenti agli enti bilaterali di sanità, assistenza e formazione totalmente a carico del datore di lavoro. Lo staff leasing è in pratica il più garantito dei lavori flessibili, anche se siamo nel campo del diritto commerciale e non in quello del lavoro).

In Italia, nel 2019, si prevedono 50 mila posizioni in più rispetto alle 40 mila registrate l’anno scorso, di cui il 75% in Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna. “L’azienda eventualmente interessata ad assumere un addetto che ha già lavorato fino a quattro anni in stagg leasing, potrà inquadrarlo a tempo determinato ancora per dodici mesi. I quattro anni precedenti, ai fini del limite imposto dal Decreto Dignità, valgono per uno”.

Elena Donazzan, assessore regionale alle Politiche dell’occupazione, precisa: “Le luci sono i numeri di Veneto Lavoro, ovvero la stabilizzazione di molti lavori precari. Le ombre sono tutto il resto. Preferisco gli imprenditori che hanno trasformato le assunzioni a termine in rapporti definitivi, nel ricorso alle agenzie per il lavoro vedo incapacità di programmare. Avevo previsto che la nuova legge, demonizzando i contratti di somministrazione, avrebbe messo in difficoltà le agenzie interinali”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *