What’s New in Italy
Ricchi e poveri: Italia, 5% detiene ricchezza del 90% più povero

Ricchi e poveri: Italia, 5% detiene ricchezza del 90% più povero

Il Rapporto dell'Oxfam, reso noto alla vigilia del meeting di Davos, è purtroppo sconvolgente per il nostro Paese e per il resto del mondo

Le differenze tra i ricchi e i poveri, nel mondo, sono sempre più marcate. L’Italia non si discosta da queste statistiche, purtroppo. Il rapporto dell’Oxfam, ‘Bene pubblico o ricchezza privata’, è a tratti sconvolgente. I ricchi arrivano a più di 900 miliardi di dollari, i poveri diventano poveri estremi. Le donne, poi, sono svantaggiate sul fronte del patrimonio e, in più, hanno quasi sempre il lavoro di casalinghe, non retribuito, ma che blocca la loro carriera.

E l’Italia? Il 5 per cento più danaroso da solo è titolare della stessa quota di ricchezza del 90 per cento più povero. Non solo: dal rapporto emerge un forte rallentamento nella riduzione della povertà. Secondo la Banca mondiale, tra il 2013 e il 2015,il tasso annuale di riduzione si è contratto del 40% rispetto alla media annua 1990 – 2015, 3,4 miliardi di persone sono costrette a vivere con meno di 5,50 dollari al giorno. Il che porta 10 mila persone al giorno a morire per mancanza di accesso ai servizi sanitari e 262 milioni di bambini non possono andare a scuola.

Ancora l’Oxfam scrive di 26 ultramiliardari (erano 43 nel 2017) che oggi hanno in mano la stessa ricchezza della metà più povera della popolazione mondiale. Il rapporto è stato reso noto prima del meeting di Davos, com’è tradizione di ogni anno.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *