What’s New in Italy
Natale 2018: sul 75% delle tavole ci sarà il pesce

Natale 2018: sul 75% delle tavole ci sarà il pesce

I consigli di Coldiretti per scegliere il pesce fresco. Consumiamo, in un anno, 28 chili a testa, di più che la media europea e la media mondiale

Tre italiani su quattro mangeranno pesce alla vigilia di Natale. Emerge dall’indagine Coldiretti/Ixé. Su metà delle tavole ci sarà solo il pesce. Se nel periodo natalizio in Italia si registra il picco, da noi il consumo di pesce è comunque di oltre 28 chili a testa durante tutto l’anno, superiore dunque ai 25 chili di media europea e a quella mondiale pari a 20.

Per le feste, sarà forte la presenza di pesce nostrano, a cominciare da alici, vongole, sogliole, triglie, anguilla, capitone e seppie – fa sapere Coldiretti Impresa Pesca – il 58% degli italiani mangerà il salmone arrivato dall’estero, l’11% le ostriche e l’8% il caviale di produzione nazionale, che viene anche esportata. Coldiretti consiglia di guardare l’etichetta sul bancone delle pescherie dove essere indicato il metodo di produzione, il tipo di attrezzo oggetto della cattura e la zona delle cattura o di produzione (Mar Adriatico, Mar Ionio, Sardegna, a volte attraverso disegni o mappa).

Per il pesce congelato, c’è l’obbligo di indicare la data di congelamento e, nel caso di prodotti ittici congelati prima della vendita e successivamente venduti decongelati, la denominazione dell’alimento deve essere accompagnata dalla designazione ‘decongelato’. “Per garantirsi la qualità il pesce fresco deve avere inoltre una carne dalla consistenza soda ed elastica, branchie di colore rosso o rosato e umide, gli occhi non secchi o opachi, l’odore non deve essere forte e sgradevole. Meglio non scegliere pesci già mutilati della testa e delle pinne. Per molluschi e simili, è essenziale che il guscio sia chiuso”. Sono 12 mila le imbarcazioni impegnate in pesca e acquacoltura. A guidare la top ten delle produzioni c’è l’alice, poi le vongole, le sardine, i naselli, i gamberi bianchi, le seppie, le pannocchie, le triglie, il pesce spada, le gallinelle e i sugarelli.

Altri consigli di Coldiretti per scegliere il pesce fresco: acquistarlo, dove possibile, dal produttore che garantisca le freschezza del pescato, per i gamberi verificare che non abbiano la testa annerita. E poi, buon appetito.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *