What’s New in Italy
Turismo invernale: l’Egitto torna a fare concorrenza all’Italia

Turismo invernale: l’Egitto torna a fare concorrenza all’Italia

Ma Confturismo segnala: un milione di arrivi in più negli aeroporti del nostro Paese rispetto all'ultima stagione invernale, Sud e Isole quelli che crescono di più

Secondo Confturismo, gli italiani sceglieranno maggiormente le mete estere nelle vacanze di Natale e di fine anno. La ricerca è stata fatta in collaborazione con l’Istituto ‘Piepoli’ e con l’Osservatorio di Andrea Giuricin dell’Università Bicocca di Milano. I nostri connazionali aumentano anche il budget: da 660 a 740 euro. A voler passare qualche giorno fuori dai confini sono soprattutto i giovani, compresi nella fascia d’età 18 – 35 anni. Resta comunque maggioritaria la quota di chi viaggerà all’interno della penisola (70 per cento).

Per quanto riguarda le mete, in testa c’è il Trentino Alto Adige, quindi Toscana e Lombardia. Il 56 per cento della spesa in vacanze, tra gennaio e marzo 2019, sarà utilizzata per andare all’estero. Il 10 per cento verrà investito in destinazioni africane, +2 per cento rispetto all’anno scorso, soprattutto grazie alla ripresa dei viaggi verso l’Egitto dopo la paura per gli attentati degli anni passati. Il turismo darà un surplus sulla bilancia commerciale, tra gennaio e marzo 2019, di 1,5 miliardi di euro, 300 milioni in più che nel 2017.

L’indice di fiducia del viaggiatore, secondo l’Osservatorio Confturismo – Piepoli, è però in calando: 66 punti a novembre contro i 70 di ottobre. Per quel che riguarda gli stranieri che verranno da noi, nei prossimi mesi invernali, in crescita tedeschi, americani, francesi e britannici. Come detto, a fare concorrenza all’Italia, torna l’Egitto, con un +180% di prenotazioni invernali da parte dei francesi, ma molti sono anche i turisti che andranno in Grecia, Tunisia e Turchia.

Infine, buone notizie per gli aeroporti italiani: si prevedono 22,7 milioni di passeggeri internazionali nella stagione invernale, un milione in più rispetto a dodici mesi fa. Al Sud e sulle Isole, come per l’estate, la crescita più importante, con 420 mila passeggeri in più rispetto all’anno scorso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *