What’s New in Italy
Tumori: record europeo per il calo di decessi

Tumori: record europeo per il calo di decessi

In quindici anni le morti registrate sono diminuite del 17,6%. Aiom: “Ma servono più risorse”

Tra il 2001 e il 2016 in Italia i decessi per cancro sono diminuiti del 17,6%. Cifra che consegna al nostro Paese il primato europeo per il calo delle morti. Alle nostre spalle la Francia e la Spagna ferme al 16%, il Regno Unito con il 13% e la Germania con il 12,3%. Un primato ancora più importante dato che i farmaci oncologici qui rappresentano il 13% della spesa farmaceutica totale, mentre nel Regno Unito il 17,3% e in Germania il 17%.

Una situazione che non evita comunque di destare l’allarme da parte dell’Associazione italiana di oncologia medica (Aiom).

Nel 2017 il Fondo per i farmaci innovativi oncologici pari a 500 milioni di euro lo scorso anno è stato sufficiente a coprire le spese per le terapie. Risultato ottenuto, nonostante l’aumento delle dosi di farmaci innovativi (13,4 milioni di dosi giornaliere, contro le 12 milioni nel 2016  e le 9,2 milioni nel 2015), grazie alla rinegoziazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco dei vecchi contratti e della negoziazione dei nuovi accordi al livello più basso di costo per il Servizio Sanitario Nazionale. Come sottolineato però dalla presidente Stefania Gori, nel corso del convegno nazionale svoltosi a Roma, le stime per il 2018 prevedono una spesa superiore di 90-110 milioni di euro rispetto al tetto del Fondo. Proprio per questo l’invito dell’Aiom alle istituzioni è stato non solo quello di riconfermare il Fondo anche per il prossimo triennio ma anche di aumentarne il tetto.

E se, come annunciato dal sottosegretario alla Salute Armando Bartolazzi, il Fondo è stato rifinanziato è però difficile pensare a un aumento delle risorse: per il 2019 esso disporrà ancora soltanto di 500 milioni di euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *