What’s New in Italy
Wi-Fi e tecnologie emergenti: 100 milioni dal Mise

Wi-Fi e tecnologie emergenti: 100 milioni dal Mise

Dirottati dalla sperimentazione di servizi 5G

Il Cipe (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) ha stanziato, su richiesta del Mise (ministero dello Sviluppo Economico), 100 milioni per lo lo sviluppo del Wi-Fi e delle tecnologie emergenti (intelligenza artificiale, blockchain, internet delle cose). Di questi 95 milioni sono stati dirottati da quelli deliberati per la sperimentazione di servizi 5G e per lo sviluppo di servizi di nuova generazione.

Una delibera che, come sottolinea Mirella Liuzzi (M5S), conferma “le linee di intervento che già avevamo dato con il rilancio del progetto WiFi Italia e gli interventi su blockchain e IA (call for experts e fondo in legge di bilancio)”. Una linea nella quale si inserisce anche l’adesione dell’Italia alla European Blockchain Partnership della Commissione Ue.

Una delibera quella del Cipe che, secondo il presidente di Confindustria Servizi Innovativi Gianni Potti, “compensa un po’ questo taglio di incentivi a Industria 4.0, di cui però va registrato positivamente il fatto che siano stati prorogati, almeno in parte”.

Fondi che dovrebbero aumentare la competitività delle aziende italiane che secondo il World Economic Forum hanno come punto debole le competenze per l’innovazione; aziende che, grazie al piano Industria 4.0, sono saliti al 17esimo posto della classifica mondiale 2018 della competitività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *