What’s New in Italy
Ora solare: tra sabato e domenica si cambia, attenti al fisico

Ora solare: tra sabato e domenica si cambia, attenti al fisico

Insonnia, disturbi del sonno di qualsiasi tipo: il 40 per cento degli italiani deve prepararsi a cambiamenti nel metabolismo. I consigli

La notte tra sabato 27 e domenica 28 ottobre si torna all’ora solare. E non sarà un ritorno indolore. Secondo una ricerca ‘Morfeo’, che ha coinvolto i centri specializzati nel sonno, “il 40% degli italiani resta desto nell’arco della notte, tormentato da risvegli frequenti, sonno leggero, difficoltà di addormentamento, insonnia o sveglia anticipata”. Il cambio dell’ora, alterando il metabolismo, non fa che peggiorare questa situazione. Modifica la produzione di due ormoni – melatonina e serotonina – proprio quelli che “contribuiscono a regalare un buon sonno”.

Carla Lertola, medico chirurgo specialista in Scienze dell’Alimentazione e Dietetica, dice: “Qualunque sia il tormento, gambe senza riposo, apnee notturne o una delle 60 specie di disturbi del sonno, va trattato adeguatamente”. Come? Con cure specialistiche in caso disturbi gravi, con prevenzione e stili di vita corretti nei casi più lievi. Se il buon riposo permette di essere poi più vigili e più concentrati, migliorando le prestazioni a scuola e al lavoro, è chiaro che il cambio dell’ora per qualche giorno rischia di mandare in tilt tutto ciò. “Il cattivo riposo è causato da adrenalina, noradrenalina e dopamina, che hanno azione eccitante”.

Dunque, ancora più del solito, in questi giorni sarebbe buona regola mangiare cibi ricchi di triptofano, di carboidrati preferibilmente integrali, alcune vitamine del gruppo B (B1 e B6) e sali minerali come potassio, magnesio, calcio e selenio. “La sera mangiare semi di soia, semi sesamo e di girasole, patate, banane, riso, cereali integrali, verdura a foglia verde, noci e mandorle. E ancora: legumi, carni bianche e pesce, latte e derivati, crostacei. No alle carni rosse come le fiorentine e pesci come seppie, calamari e polipi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *