What’s New in Italy
Oms e Iss concordi: gli italiani sono pigri

Oms e Iss concordi: gli italiani sono pigri

Italia 19esimo Paese al mondo per poca attività fisica

Italiani poco propensi a compiere attività fisica. Nel mondo soltanto 18 Paesi sono più pigri di noi. E’ quanto emerge da uno studio realizzato in 168 Paesi da esperti dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e pubblicato su ‘The Lancet Global Health’. In Italia a non compiere sufficiente attività fisica è il 41,4% delle persone in età adulta.

Come sottolineato però da Luigi De Gennaro (docente di Psicobiologia e Psicologia Fisiologica e direttore del Laboratorio del sonno dell’Università La Sapienza di Roma) a La Stampa, “l’immaginario comune identifica la persona scarsamente propensa all’attività fisica come dormigliona e di conseguenza pigra” quando invece alla base vi “è una tendenza socio-culturale, che nei Paesi ricchi vede sacrificare sonno e attività fisica dovendo rispondere alle aumentate pressioni lavorative e sociali”.

Poca propensione all’attività fisica che si evidenzia anche nell’utilizzo dell’auto per gli spostamenti casa-scuola. Secondo i sistemi di sorveglianza ‘Okkio alla salute’ e ‘Passi’ dell’Istituto superiore di sanità (Iss) soltanto il 27% degli studenti si muove camminando o sulle due ruote, mentre il 62% viene portato in auto e il 10% in scuolabus. Abitudini che cambiano in base alla posizione geografica (a piedi o in bici: Nord 30%, Centro 24%, Sud 25%), alla cittadinanza dei genitori (entrambi italiani 23%, cittadinanza mista 32%, entrambi stranieri 53%) e al titolo di studio dei genitori (titolo di studio basso 33%, diploma per almeno uno dei due 24%, laurea per almeno uno dei due 26%).

Gli adulti che per gli spostamenti abituali utilizzano la bici sono l’11% (Basilicata 3% – Bolzano 27%) e quelli che vanno a piedi sono il 40% (Basilicata 25% – Sardegna 56%).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *