What’s New in Italy
Censimento Istat: il 7 ottobre si entra in una nuova era

Censimento Istat: il 7 ottobre si entra in una nuova era

Sarà permanente, a campione e svolto tramite web

Nuovi criteri per fotografare la popolazione italiana. Non più un censimento ogni dieci anni, ma un censimento permanente della popolazione e delle abitazioni. La riforma scatterà alla mezzanotte del 7 ottobre. Con la nuova formula la rilevazione sarà annuale, effettuata sul web e a campione. Ogni anno saranno 1,4 milioni le famiglie coinvolte (3,5 milioni di persone), selezionate in 2.852 comuni, di cui 1.143 sempre inclusi mentre i restanti saranno selezionati una volta nell’arco di quattro anni.

In questo modo, ha sottolineato Maurizio Franzini (presidente facente funzioni dell’Istat), si potranno “acquisire dati in maniera più veloce e con una maggiore frequenza, in modo più accurato, con un notevole risparmio economico e con un minor fastidio per le famiglie”.

Il questionario per il primo censimento a campione potrà essere compilato online dalle famiglie selezionate, che saranno avvertite per lettera, dal 7 ottobre al 10 novembre; dopo tale data coloro che non avranno provveduto alla compilazione riceveranno la visita di un rilevatore dell’Istat.

Ricordando che “c’è l’obbligo di risposta”, Vittoria Buratta ( direttore statistiche sociali e censimento della popolazione) ha evidenziato come “i dati del censimento restituiranno nel giro di un anno informazioni anagrafiche, sulla cittadinanza, la dimora abituale, l’alloggio, il grado di istruzione e formazione, il lavoro, la mobilità”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *