What’s New in Italy
Leonardo fornirà elicotteri militari alla Difesa Usa

Leonardo fornirà elicotteri militari alla Difesa Usa

Collaborerà con la Boeing per dare 84 mezzi agli statunitensi. Andranno a sostituire gli 'Huey', famosi per essere stati protagonisti della guerra in Vietnam e al cinema

Sarà il gruppo italiano Leonardo a fornire elicotteri alla Difesa americana. La società è controllata dal ministero del Tesoro e si è aggiudicata la commessa per 2,4 miliardi per l’aviazione militare statunitense. Collaborerà con Boeing e fornirà fino a 84 elicotteri, a cui si aggiungono i sistemi di addestramento, l’equipaggiamento per il supporto logistico.

L’Usaf, United State Air Force, ha scelto l’elicottero MH-139, che si basa sull’AW139 di Leonardo e offerto da Boeing come prime contractor, per sostituire la flotta di UH-1N ‘Huey’, che invece erano realizzati da Bell. Va dunque in pensione un’icona americana, l’elicottero più utilizzato durante la guerra in Vietnam. L’abbiamo visto tutti almeno una volta nei documentari e nei film. ‘Huey’ deve il nome a uno dei nipotini di Paperino, in inglese. Viene inquadrato più volte in ‘Il Cacciatore’ e ‘Apocalipse Now’. Così come in Platoon e in Rambo. Per una trentina d’anni, è stato definito come il più robusto, versatile e affidabile della sua categoria.

I nuovi elicotteri, quelli che fornirà Leonardo, avranno funzione operativa. Proteggeranno le basi dei missili balistici intercontinentali, trasporteranno il personale governativo e delle forze speciali statunitensi. I primi esemplari cominceranno a volare nel 2021. Saranno assemblati negli stabilimenti del gruppo Leonardo, dalle parti di Philadelphia. Ulteriori componenti verranno integrati da Boeing nello stabilimento di Ridley Township, in Pennsylvania.

Ha reagito male alla notizia Sikorsky, acquisita da Lockheed Martin nel 2015 per 9 miliardi di dollari. I suoi ‘Blackhawk’ erano direttamente in concorrenza con gli elicotteri di Leonardo. La società si è detta delusa e convinta di possedere comunque i mezzi più forti per sostituire i Bell. Secondo gli analisti, potrebbe esserci pure il ricorso. Dall’altra parte, l’amministratore delegato di Leonardo, Alessandro Profumo, commenta: “Se clienti di primaria importanza continuano a fare affidamento su Leonardo, significa che siamo in grado di rispondere ai loro più esigenti requisiti. La scelta dell’MH-139 riconosce inoltre in Leonardo un partner forte, affidabile e in grado di assicurare un contributo industriale solido e costante negli Usa dove abbiamo diverse attività produttive”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *