What’s New in Italy
Dall’agricoltura il maggior aumento di partite Iva

Dall’agricoltura il maggior aumento di partite Iva

Dati dell'Osservatorio sulle partite Iva del dipartimento delle finanze del Mef, riferiti al secondo semestre del 2018:+14 per cento di partite Iva rispetto allo scorso anno

E’ l’agricoltura il settore con la più alta crescita di partite Iva rispetto allo scorso anno: +14%. Merito dell’aumento dei più giovani, che si dedicano alla terra per fare impresa in campagna. Coldiretti commenta i dati dell’Osservatorio sulle partite Iva del dipartimento delle finanze del Mef, riferiti al secondo semestre del 2018. Sono state aperte in totale 130.400 nuove partite Iva, il 12,9 per cento in agricoltura.

“E’ un dato coerente con la corsa alla terra in atto tra le nuove generazioni, con l’Italia leader in Europa per giovani in agricoltura. Il crescente interesse delle nuove generazioni per il lavoro in campagna ha portato profonde innovazioni con attività che vanno dalla trasformazione aziendale dei prodotti alla vendita diretta, dalle fattorie didattiche agli agriasilo, all’agricoltura sociale, all’agribenessere, alla cura del paesaggio e alla produzione di energie rinnovabili”.

Coldiretti parla di “cambiamento epocale”: “Il mestiere della terra è la nuova strada per le giovani generazioni, fortemente motivate a costruirsi un futuro a contatto con la natura, tanto che sono quasi 30 mila i giovani che nel 2016/2017 hanno presentato domanda in Italia per l’insediamento in agricoltura dei Piani di sviluppo rurale dell’Unione Europea”.

Secondo un’indagine Coldiretti /Ixé, il 57% dei giovani preferirebbe gestire un agriturismo piuttosto che lavorare in una multinazionale o avere un impiego in banca (il consenso è, in entrambi i casi, fermo al 18%).

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *