What’s New in Italy
Lavoro in nero: più di un milione e mezzo di italiani nel 2017

Lavoro in nero: più di un milione e mezzo di italiani nel 2017

Il dato è in diminuzione di 200 mila unità rispetto al 2015 e al 2016. Trovato irregolarità in due aziende su tre verificate. Buoni risultati ottenuti contro il caporalato

Nel 2017, un milione e 538 mila italiani hanno lavorato in nero. Rispetto ai due anni precedenti, c’è stata una diminuzione di 200 mila unità circa. Per questi lavoratori sconosciuti allo Stato, l’Erario ha perso 20 miliardi e 60 milioni di euro di gettito fiscale e previdenziale. Su tre aziende controllate, in una c’era in media un lavoratore abusivo. A segnalarlo è la Fondazione studi dei consulenti del lavoro, che ha rielaborato dati del primo anno di attività dell’Ispettorato nazionale del lavoro.

L’anno scorso sono state 160.347 le aziende oggetto di verifica, sono state trovate irregolarità riguardano almeno un occupato in 103.498, il 64,54 per cento del totale. L’Ispettorato, comunque, ha ottenuto anche alcuni obiettivi nel 2017, applicando nuove e più pesanti sanzioni nei confronti dei caporali del settore agricolo. Sono state deferite all’Autorità giudiziaria 94 persone, delle quali 31 sono in stato di arresto. Sono stati poi individuati 387 lavoratori sfruttati.

Le irregolarità riscontrate vanno dalle forme di elusione previdenziale, assicurativa e fiscale (mancato assoggettamento a Inps, Inail e Irpef di parte dello stipendio) al lavoro parzialmente sommerso (i part-time che, nella realtà, sono a tempo pieno), il lavoro completamente in nero. Nel 2018 i dati sarebbero ancora più incoraggianti rispetto al 2017: nel primo semestre sono state deferite all’Autorità giudiziaria in 60, una in stato in arresto e 47 in stato di libertà. Individuati 396 lavoratori coinvolti, sono stati adottati nove provvedimenti di sequestro.

Rosario De Luca, presidente della Fondazione studi dei consulenti del lavoro, dice: “Il sommerso è in forte aumento, soprattutto dopo la depenalizzazione, avvenuta con il Jobs ac, del reato di intermediazione fraudolenta di manodopera”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *