What’s New in Italy
Expo: Iran, stop ai marchi italiani

Expo: Iran, stop ai marchi italiani

Bloccati ordini per 30 milioni di euro destinati all’Iran luxury mall

Ordini di merce Made in Italy, dal valore di 30 milioni di euro, congelati a causa di un decreto di Teheran. Erano tutti destinati all’Iran luxury mall del tycoon Ali Ansari, uno dei più grandi al mondo con i suoi 2 milioni di metri quadrati di spazi su quattro piani di cui 500 mila dedicati agli acquisti, collocato nella periferia di Teheran.

Ordini che hanno trovato sulla loro rotta lo strappo sul patto per il nucleare del presidente statunitense Donald Trump verso l’Iran, che ha determinato come risposta il decreto del con il decreto del ministero del Commercio 60/82567, ha bloccato le importazioni di 1360 categorie merceologiche (beni alimentari e di largo consumo, frigoriferi, elettronica, vestiti, scarpe, borse, accessori, intimo, cosmetica, ceramica, arredi).

Una misura che, come dichiarato da Claudio Rotti (presidente dell’associazione commercio estero – Aice e membro del cda di Promos della Camera di Commercio di Milano) al Corriere della Sera, “pone problemi gravissimi, l’Italia è già tra i primi tre esportatori europei in Iran, in particolare per la moda e il design”.

Nel nuovo Iran luxury mall il piano dedicato alla moda e al design dovrebbe parlare quasi completamente italiano: sono già pronti a sbarcare nella capitale dell’Iran 50 marchi (tra questi figurano Trussardi, Sergio Rossi, Iceberg, Missoni, Etro, Alviero Martini, Coccinelle). Altri 60 marchi (Armani, Prada, Ermenegildo Zegna, Roberto Cavalli, Versace, Dolce&Gabbana, Peck) stanno realizzando i contratti e altrettanti stanno valutando la possibilità di aprire nel mall iraniano attirati da un mercato particolarmente allettante con gli under 30 che rappresentano il 60% della popolazione di Teheran e il 25% di loro disposto a spendere in abiti e accessori fino a 10mila dollari l’anno.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *