What’s New in Italy
Erc starting grants: ricercatori italiani dietro soltanto ai tedeschi

Erc starting grants: ricercatori italiani dietro soltanto ai tedeschi

Ma i fondi per la ricerca collocano l’Italia soltanto all’11esimo posto

Tra i 403 ricercatori premiati dal Consiglio Europeo per la Ricerca (European Research Council – Erc) con le borse Erc Starting grant, di cui il 40% è costituito da donne, figurano anche 42 ricercatori italiani, secondi per numero soltanto alla Germania con 73 premiati. Non un successo per l’Italia però: di questi soltanto 12 lavorano in Italia. Una conseguenza questa dei pochi fondi destinati alla ricerca (appena l’1,3% del Prodotto interno lordo), che collocano il Paese in 11esima posizione, tre posizioni in meno rispetto al 2017.

I pochi fondi destinati alla ricerca non solo fanno sì che i ricercatori italiani svolgano i loro studi all’estero, ma anche che i laboratori italiani abbiano poco appeal per i ricercatori stranieri. Ad oggi sono soltanto tre quelli arrivati in Italia: uno sloveno a Pavia, un ungherese alla Bocconi di Milano e un canadese a Trento.

Con gli Erc, che fanno parte del programma Horizon 2020, vengono messi a disposizione dei ricercatori 603 milioni di euro complessivi, con un massimo di 1,5 milioni per ogni ricercatore, da utilizzare nel corso dei 5 anni successivi. Le domande per il 2018 sono state 3.170.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *