What’s New in Italy
Olimpiadi 2026: Milano e Torino, prove di alleanza

Olimpiadi 2026: Milano e Torino, prove di alleanza

Il Governo non sceglie, sarà il Coni a decidere tra le due metropoli e Cortina. Ma il capoluogo lombardo e quello piemontese potrebbero ospitarle congiuntamente?

E se le Olimpiadi del 2026 si svolgessero a Torino e a Milano? Le due città stanno studiando la candidatura congiunta. Entrambe le metropoli, insieme a Cortina, hanno ricevuto il semaforo verde dal Consiglio dei ministri che, però, si è limitato a dare le linee guida, senza promuovere un centro piuttosto che un altro. Toccherà dunque al Coni, entro fine mese, sbrogliare la matassa.

Vediamo prima di tutto le linee guida messe sul tavolo dal Governo: contenimento dei costi complessivi, valorizzazione del rapporto costi – benefici, eredità dei Giochi invernali e sostenibilità del progetto a livello sociale e ambientale. Il migliore dei tre dossier dovrà infilarsi tra questi paletti. Ricordiamo che per il 2026 la partita non si gioca solo tra città italiana. Sono candidate Stoccolma, Sapporo, Calgary ed Erzurum. Giancarlo Giorgetti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo sport, fa sapere: “Il governo appoggia la candidatura dell’Italia, ma a precise condizioni: che siano rispettati parametri di buonsenso, in termini economici e di sostenibilità ambientale”.

Tra le tre città italiane, Milano pare avere le maggiori chances per il coinvolgimento dei giovani. A Torino l’evento verrebbe a costare di più, Cortina avrebbe maggiori difficoltà sul piano della logistica. Ma, appunto, Milano e Torino potrebbero decidere di allearsi. Le valli dei Giochi del 2006, insomma, non sarebbero fuori gioco in questo modo. Oggi, a dire il vero, il sindaco di Torino Chiara Appendino ha detto assolutamente di no a questa soluzione. Ma il governo sarebbe favorevole, a Torino si potrebbe usare l’Oval per lo short track, nelle valli olimpiche si gareggerebbe per salto, bob e slittino.

Se, però, saltasse questa santa alleanza, due città su tre dovrebbero arrendersi. E poi tifare per la terza perché non è così scontato che le Olimpiadi 2026 si svolgano in Italia.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *