What’s New in Italy
Epilessia: nei bambini un test del sangue dirà se la cura funziona

Epilessia: nei bambini un test del sangue dirà se la cura funziona

Lo studio realizzato da Unimore è stato pubblicato su Neurology

Per verificare l’efficacia della terapia antiepilettica negli under14 potrebbe bastare un semplice prelievo di sangue. E’ quanto rilevato da uno studio condotto dai ricercatori dell’Università di Modena e Reggio Emilia (Unimore), dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria e dell’AUSL di Modena che è stato pubblicato su ‘Neurology’.

Lo studio è stato realizzato da novembre 2014 a giugno 2016, con il finanziamento del ministero della Salute, su 114 pazienti epilettici tra i 3 mesi e i 14 anni: di questi 77 erano responsivi (no crisi epilettiche ricorrenti grazie ai farmaci) e 37 non responsivi (no riduzione delle crisi nonostante i farmaci). A questi erano stati poi affiancati 59 bambini come controlli.

Nel corso dello studio i ricercatori si sono soffermati sui livelli plasmatici di ghrelina e di des-acil ghrelina, due ormoni con proprietà antiepilettiche prodotti principalmente dallo stomaco. E’ emerso che tali ormoni erano prodotti in quantità maggiore nei pazienti che rispondevano ai farmaci contro l’epilessia, con i valori di ghrelina che raddoppiavano.

Come dichiarato dal professor Giuseppe Biagini (Unimore), “questo risultato fa ritenere che gli ormoni oggetto dello studio siano importanti per determinare una riduzione ottimale delle crisi epilettiche e, inoltre, che possano costituire un biomarcatore di risposta ai farmaci utilizzati per curare l’epilessia. In quest’ultimo caso, ghrelina e des-acil ghrelina potrebbero costituire il primo biomarcatore disponibile per controllare con un semplice prelievo ematico la possibilità che possa verificarsi una risposta positiva alla terapia farmacologica”.

Tag utilizzati:

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *